Assegnazioni alloggi Servizio Abitativo Pubblico - Piano di Zona Ambito 14 - Avviso SAP n. 1 del 2021

Assegnazioni alloggi Servizio Abitativo Pubblico - Piano di Zona Ambito 14 - Avviso SAP n. 1 del 2021

Assegnazioni alloggi del Servizio Abitativo Pubblico (SAP – vecchio ERP canone sociale).

Con determinazione dirigenziale n.113 del 27 gennaio 2021, il Comune di Brescia ha approvato l'Avviso pubblico per l'assegnazione degli alloggi del Servizio Abitativo Pubblico (SAP – vecchio ERP canone sociale).

Il nuovo Avviso, finalizzato all'assegnazione degli alloggi a canone sociale a favore delle persone con ISEE inferiore a 16.000 euro, è aperto dalle ore 9.00 di lunedì 8 febbraio 2021 allo ore 12.00 di venerdì 19 marzo 2021.

I requisiti per poter presentare domanda sono indicati all'art. 7 del regolamento regionale n. 4/2017 e sono precisati nell'Avviso pubblicato su questa pagina al file "Avviso SAP n.1 - anno 2021"

A differenza dei Bandi ERP – canone sociale precedentemente pubblicati, la domanda si dovrà presentare in forma telematica sul portale https://www.serviziabitativi.servizirl.it/serviziabitativi/ .

Ricordiamo che, prima di procedere alla compilazione della domanda online è opportuno procurarsi l'ISEE 2021, le credenziali SPID  (https://www.spid.gov.it/richiedi-spid) e una marca da bollo da 16 euro.

Per facilitare la compilazione della domanda online si suggerisce di consultare il file "Indicazioni operative" contenente l'elenco della documentazione necessaria.

Dal momento che l'avviso prevede la possibilità di indicare fino a 5 alloggi si consiglia la consultazione degli elenchi presenti in questa pagina ai file "alloggi disponibili" suddivisi per numero dei componenti il nucleo familiare. Di ogni appartamento viene riportato il quartiere, le modalità di riscaldamento e le spese presunte.

La nuova graduatoria delle assegnazioni SAP sostituirà la graduatoria del Bando 21 ERP Canone sociale.

Nel file "Indicazioni operative" vengono, inoltre, date informazioni riguardo gli sportelli pubblici e delle associazioni degli inquilini disponibili a fornire l'assistenza nella compilazione delle domande online.


DOMANDE FREQUENTI:
• Non sono residente a Brescia, posso presentare domanda?
La domanda di assegnazione potrà essere presentata per alloggi localizzati nel comune di residenza del richiedente o nel comune in cui presta attività lavorativa. Nel caso in cui non vi fossero unità abitative adeguate alle caratteristiche del nucleo richiedente nel comune di residenza e di svolgimento dell’attività lavorativa, la domanda può essere presentata per una unità abitativa localizzata in altro comune appartenente allo stesso Ambito territoriale del comune di residenza o del comune di svolgimento dell’attività lavorativa. Pertanto, puoi presentare domanda per le unità abitative rese disponibili nel presente avviso (tutte localizzate nel Comune di Brescia, vista l’indisponibilità di alloggi nel Comune di Collebeato) solo se hai la residenza o svolgi l’attività lavorativa nel Comune di Brescia o nel Comune di Collebeato;
• Devo scegliere gli alloggi prima di fare domanda?
Nella domanda si deve indicare l’alloggio per il quale si chiede l’assegnazione e possono essere indicati fino a 5 alloggi (compatibili con il nucleo familiare), con relativo ordine di preferenza. La piattaforma informatica mostrerà al cittadino gli alloggi compatibili con il nucleo richiedente. Se non hai la possibilità di presentare in autonomia la domanda e hai preso appuntamento presso uno delle postazioni di assistenza di cui sopra, ricordati di prendere visione dell’elenco degli alloggi disponibili a fondo pagina e segnarti i codici identificativi degli alloggi (massimo 5) per cui vuoi presentare domanda, prima di presentarti all’ appuntamento;
• Con quale criterio viene effettuata l’assegnazione degli alloggi agli aventi diritto?
L’assegnazione degli alloggi verrà disposta nei confronti dei nuclei aventi diritto secondo il seguente criterio:
a) il 20% delle unità disponibili verrà prioritariamente assegnato ai nuclei indigenti (con ISEE inferiore a 3.000);
b) i restanti alloggi verranno assegnati secondo l’ordine decrescente di punteggio ISBARC associato alla domanda;
• Sono un cittadino straniero: ho diritto all’assegnazione di un alloggio del Servizio Abitativo Pubblico?
Il richiedente, per avere diritto all’assegnazione di un alloggio del servizio abitativo pubblico, deve essere (alla data della domanda):
a) cittadino italiano;
b) cittadino di uno stato dell’Unione Europea;
c) straniero titolare di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno);
d) straniero regolarmente soggiornante titolare di permesso di soggiorno almeno biennale, che esercita una regolare attività di lavoro;
e) straniero che, in base alla normativa statale, beneficia di un trattamento uguale a quello riservato ai cittadini italiani ai fini dell'accesso ai servizi abitativi pubblici. Rientra in tale categoria il titolare di permesso per “protezione internazionale” (status di rifugiato o protezione sussidiaria) o per “motivi umanitari” (rilasciato prima dell’entrata in vigore del d.l. n. 113/2018).
Per altre tipologie di permesso, l’assegnazione dell’alloggio è subordinata all’accertamento della durata almeno biennale con attività lavorativa.