BONUS EDILIZI

BONUS EDILIZI
 

​​​​​​​​​​​​​​                                                      SPORTELLO INFORMATIVO

                                             AGEVOLAZIONI FISCALI IN EDILIZIA

BONUS EDILIZI

 

Lo "Sportello Informativo Agevolazioni Fiscali in Edilizia del Comune di Brescia" offre le prime informazioni in materia fiscale con riferimento alle detrazioni (Bonus Edilizi) a cui i contribuenti possono  accedere quando effettuano determinati lavori sulle abitazioni e sulle parti comuni degli edifici.

N.B. Infondo alla pagina sono pubblicati allegati utili all'informativa.

 

ATTENZIONE!

Si ricorda che l'ente competente in materia è l'Agenzia delle entrate.

Sedi di  Brescia

Via Marsala, 29 – 25122 Brescia

Via Sorbanella, 30  -25125 Brescia

Mail: dp.brescia.centrodicontatto@agenziaentrate.it

Tel. 0308354111

(il servizio è attivo da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 13.00).

____________________________________________________________________________________________________________​

News

Ottobre 2021

 

BONUS IDRICO 2021: approvato il decreto del Ministero della Transizione Ecologica

 

Con il decreto n. 395 del 27 settembre 2021, il Ministero della Transizione Ecologica ha approvato il C.D. Bonus Idrico: un’agevolazione riservata agli interventi di efficientamento idrico, con l’obiettivo di ottimizzare le risorse e ridurre gli sprechi.

Il bonus può essere richiesto per una sola volta, per un solo immobile, per i seguenti interventi di efficientamento idrico fino ad esaurimento delle risorse stanziate:

  • fornitura e posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;
  • fornitura e installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto;
  • fornitura e installazione di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti. 

 

A ciascun beneficiario è riconosciuto un bonus idrico nel limite massimo di 1.000 euro per le spese effettivamente sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

La richiesta deve essere inoltrata mediante l’apposita piattaforma accessibile dal sito del Ministero della Transizione Ecologica.

 

Questi  i dati da fornire:

  • nome, cognome, codice fiscale del beneficiario; 
  • importo della spesa sostenuta per cui si richiede il rimborso;
  • quantità del bene e specifiche della posa in opera o installazione;
  • specifiche tecniche, per ogni bene sostituito da apparecchi a limitazione di flusso d’acqua, oltre a specifica della portata massima d’acqua (in l/min) del prodotto acquistato;
  • identificativo catastale dell’immobile (Comune, Sezione, Sezione Urbana, Foglio, Particella, Subalterno) per cui è stata presentata istanza di rimborso;
  • dichiarazione di non avere usufruito di altre agevolazioni fiscali per le medesime spese, come ad esempio il Bonus Ristrutturazione;
  • coordinate del conto corrente bancario/postale (Iban) del beneficiario su cui accreditare il rimborso;
  • indicazione del titolo giuridico per il quale si richiede il bonus (proprietario, cointestatario, locatario, usufruttuario ecc.).

 

All’istanza di rimborso si dovrà allegare copia della fattura o della documentazione commerciale.

Ricordiamo inoltre che:

  • Il bonus idrico non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini del computo del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente;
  • Il bonus sarà emesso secondo l’ordine temporale di arrivo delle istanze fino ad esaurimento delle risorse.​


_____________________________________________________________________________________________________________

                                                                                                          Agosto 2021

 

                                                                                       Nuovo modello CILA superbonus

 

dal 5 agosto 2021, per tutti gli interventi di cui all’art. 119 del DL Rilancio (c.d. superbonus), è necessaria, pena la decadenza del beneficio fiscale, la presentazione mediante portale del nuovo modello CILA super bonus già disponibile. Detto titolo vale esclusivamente per le opere di cui al richiamato decreto.

Qualora l’intervento preveda opere miste, quindi non disciplinate solo dall’art. 119 DL rilancio,  ma riconducibili alle altre detrazioni (ad es. bonus ristrutturazione 50%, bonus facciate 90%, ecc.), dovranno essere predisposte  le pratiche edilizie specifiche se dovute.

 

Si informa, altresì, che per le pratiche presentate dopo il 31 maggio 2021 (entrata in vigore del DL 77/2021 che ha introdotto l’obbligo della CILA per le opere concernenti il superbonus), si consiglia di caricare mediante integrazione spontanea alla pratica in essere, i il nuovo modello CILA superbonus.

 

 ________________________________________________________________________________________________________


Giugno 2021

 

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto legge n. 77/2021 sono entrate in vigore modifiche all’art. 119 del Decreto Rilancio in materia di Superbonus.

 

Con il nuovo comma 13 ter dell’art 119 del DL n 34/2020 che sostituisce il precedente si prevede una semplificazione in tema di superbonus. Non sarà necessaria una doppia certificazione ma occorrerà presentare la CILA ossia una Comunicazione di inizio lavori asseverata. 

 

Il nuovo comma recita testualmente: 

Gli interventi di cui al presente articolo, con esclusione di quelli comportanti la demolizione e ricostruzione degli edifici, costituiscono manutenzione straordinaria e sono realizzabili mediante comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA)”

Nella CILA sono attestati:

  • gli estremi del titolo abilitativo che ha previsto la costruzione dell’immobile oggetto d’intervento o del provvedimento che ne ha consentito la legittimazione 
  • ovvero è attestato che la costruzione è stata completata in data antecedente al 1° settembre 1967.

La presentazione della CILA non richiede l’attestazione dello stato legittimo di cui all’ articolo 9-bis, comma 1- bis del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380. Per gli interventi di cui al presente comma, la decadenza del beneficio fiscale previsto all’ art. 49 del decreto del Presidente della Repubblica n 380 del 2001 opera esclusivamente nei seguenti casi:

  • a) mancata presentazione della CILA;
  • b) interventi realizzati in difformità dalla CILA;
  • c) assenza dell’attestazione dei dati di cui al secondo periodo;
  • d) non corrispondenza al vero delle attestazioni ai sensi del comma 14. Resta impregiudicata ogni valutazione circa la legittimità dell’immobile oggetto di intervento.” 

 

Rimozione delle barriere architettoniche

Gli interventi  finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, aventi ad oggetto ascensori e montacarichi, alla realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia piu' avanzata, sia adatto a favorire la mobilita' interna ed esterna all'abitazione per le persone portatrici di handicap in situazione di gravita', sono soggetti all’aliquota del 110% anche ove effettuati in favore di persone di età superiore a 65 anni a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi antisismici incentivati con il superbonus.

La modifica è la seguente: al comma 4, dopo il primo periodo, è aggiunto il seguente: “Tale aliquota si applica anche agli interventi previsti dall'articolo 16-bis, comma 1, lettera e), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, anche ove effettuati in favore di persone di età superiore a sessantacinque anni ed a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi indicati nel primo periodo e che non siano già richiesti ai sensi del comma 2 della presente disposizione.”;

 

Nuove categorie catastali

Viene inserito il comma 10 bis che prevede che “Il limite di spesa ammesso alle detrazioni, previsto per le singole unità immobiliari, è moltiplicato per il rapporto tra la superficie complessiva dell'immobile oggetto degli interventi di efficientamento energetico, di miglioramento o di adeguamento antisismico (previsti ai commi 1, 2, 3, 3-bis, 4, 4-bis, 5, 6, 7 e 8), e la superficie media di una unità abitativa immobiliare, come ricavabile dal Rapporto Immobiliare pubblicato dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare dell'Agenzia delle Entrate, per i soggetti di cui al comma 9, lettera d-bis), ossia:

  • le organizzazioni non lucrative di utilita' sociale
  • le organizzazioni di volontariato iscritte in appositi registri
  • le associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale e nei registri regionali e delle province autonome di Trento e di Bolzano

che siano in possesso dei seguenti requisiti:

a) svolgano attività di prestazione di servizi socio-sanitari e assistenziali, e i cui membri del Consiglio di Amministrazione non percepiscano alcun compenso o indennità di carica;

b) siano in possesso di immobili rientranti nelle categorie catastali B/1, B/2 e D/4, a titolo di proprietà, nuda proprietà, usufrutto o comodato d'uso gratuito. Il titolo di comodato d'uso gratuito è idoneo all'accesso alle detrazioni di cui al presente articolo, a condizione che il contratto sia regolarmente registrato in data certa anteriore all'entrata in vigore della presente disposizione.”


_____________________________________________________________________________________________________________

                                                                                                         Maggio 2021

 

Super bonus 110%: proroghe fino al 2023 per IACP e novità per condomini e persone fisiche

 

Il DL n. 59 del 7 maggio 2021 ha prorogato i termini del Super bonus come segue:

  • 30 giugno 2023 per IACP nonché per gli enti aventi le stesse finalità sociali. Se al 30 giugno 2023  sono stati ultimati il 60% dei lavori la scadenza è prorogata al 31/12/2023;
  • 31/12/2022: per i condomini;
  • 31/12/2022: per le persone fisiche che al 30/06/2022 abbiano ultimato il 60% dei lavori.

 


 ____________________________________________________________________________________________________________

                                                                                                                          Gennaio 2021

 

Proroga di tutti i bonus edilizi  e nuovo bonus idrico

 

Con la legge di Bilancio 2021, l.n. 178 del 30 dicembre 2020, sono stati prorogati tutti i bonus edilizi in vigore.

In particolare

 

Fino al 31/12/2021:

  • Bonus ristrutturazione al 50%;
  • Bonus mobili al 50%: l'acquisto fino ad un massimo di 16.000,00 € di mobili, grandi elettrodomestici, ecc. deve essere necessariamente legato ad un intervento di cui al punto precedente);
  • Bonus verde al 36%;
  • Eco bonus 50-65% (in base  al tipo 'di intervento);
  • Bonus facciate al 90% (si veda il focus n. 2 pubblicato più avanti nella pagina);
  • Sisma bonus: già in vigore fino al 31/12/2021

 

al 30 giugno 2022  

  • Super bonus 110%;;

 

Al 31/12/2022

  • Super bonus 110% per i condomini con lavori ultimati almeno al 60% alla data del  30 giugno 2022

 

Sono state introdotte alcune novità per l'accesso al Super bonus:

  • Rientrano come interventi trainati anche quelli volti al superamento delle barriere architettoniche (art. 16-bis DPR 917/86), con l'estensione agli over 65;
  • Diritto di accedere al Bonus anche per gli edifici costituiti da 2 a 4 unità di unico proprietario o più soggetti in comproprietà;
  • Accesso, a determinate condizioni, al Super bonus anche in caso di coibentazione del tetto con presenza di sottotetto non riscaldato;
  • Chiarimenti sul concetto di unità funzionalmente autonoma;
  • Ecc.

 

Qui il link al sito dell'Agenzia delle entrate, sezione agevolazioni

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/cittadini/agevolazioni

 

e qui il link a tutte le guide

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/agenzia/agenzia-comunica/prodotti-editoriali/guide-fiscali/agenzia-informa

 

Nuovo bonus idrico

 

è stato poi introdotto il nuovo Bonus idrico fino a 1000,00 € per la sostituzione dei sanitari, della rubinetteria, soffioni doccia con limitazione del flusso d'acqua.

 I dettagli sulle modalità di accesso saranno definite con un apposito decreto attuativo.

 

Dicembre 2020

 

Collaborazione con la CCIIAA per un'informativa integrata

 

Di seguito si pubblica il link del Servizio SARI - Supporto Specialistico https://supportospecialisticori.infocamere.it/sariWeb/bs - servizio di supporto

che mette a disposizione delle imprese e dei professionisti, la consultazione di informazioni inerenti la predisposizione delle pratiche dirette al Registro delle Imprese, al Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative (REA), comprese le istanze Artigiane.

 

Focus

 

  1. SUPER BONUS 110%: Potenziamento di Eco e Sisma bonus "

 

Il DL n. 34/2020 (C.D DL rilancio), convertito con l. n. 77 del 17 luglio 2020, prevede l'incremento della detrazione al 110% delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 30 giugno 2021 a fronte di specifici interventi di:

  • * Risparmio energetico;
  • Riduzione del rischio sismico;
  • Installazione di impianti fotovoltaici;
  • Installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici;
  • Opere per l'abbattimento delle BB.AA..

 

Di norma detrazione in 5 rate annuali di pari importo.

Per le opere CHE RICADONO NEL 2022, la detrazione sarà in 4 quote di pari importo.

 

I contribuenti possono, però,  optare anche per:

un contributo di pari ammontare sotto forma di sconto anticipato dal fornitore;

la trasformazione in credito d'imposta, con possibilità di cessione a terzi.

 

Lo sconto in fattura e la cessione del credito, così come previsti dal Decreto, si applicano anche alle spese relative AGLI ALTRI BONUS AD ECCEZIONE DEL Bonus mobili e del bonus verde.

 

Qui il link al sito dell'agenzia delle entrate

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/superbonus-110%25 

_______________________________________________________________

2. BONUS FACCIATE 2020 

 

Il Bonus facciate è una detrazione del 90% per le spese sostenute nel 2020 e nel 2021, relative agli interventi edilizi, ivi inclusi quelli di manutenzione ordinaria, finalizzati al recupero o restauro della facciata (visibile da strada pubblica) degli edifici esistenti ubicati in zona A o B ai sensi del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444.

La detrazione è ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Nell'ipotesi in cui i lavori di rifacimento della facciata, ove non siano di sola pulitura o 

tinteggiatura esterna, riguardino interventi influenti dal punto di vista termico o interessino oltre il 10 per cento 

dell'intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell'edificio, gli interventi devono soddisfare i requisiti di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico 26 giugno 2015, pubblicato nel supplemento ordinario n. 39 alla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 15 luglio 2015, e, con riguardo ai valori di trasmittanza termica, i requisiti di cui alla tabella 2 dell'allegato B al decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 marzo 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 66 del 18 marzo 2008. 

Sono ammessi al beneficio esclusivamente gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi".

 

Si informa che

 

Il Comune di Brescia ha individuato la corrispondenza tra le Zone territoriali omogenee A e B di cui al richiamato D.M. 1444/68 e s.m.i. e gli ambiti/aree definiti dal P.G.T. vigente con la determina dirigenziale n 1278 del 15.07.2020  e ha ritenuto di provvedere al rilascio di un'apposita attestazione.

 

Ai fini del rilascio della prevista certificazione/ attestazione richiesta dall'Agenzia delle Entrate per poter beneficiare dell'agevolazione è possibile presentare istanza in carta semplice, sull'apposito modulo, al Settore Pianificazione urbanistica  al seguente indirizzo :

pec:     urbanistica@pec.comune.brescia.it

l'attestazione sarà spedita in formato esclusivamente digitale all'indirizzo pec od email segnalato dall'istante.

 

Alla richiesta deve essere allegato estratto mappa o altra identificazione grafica che permetta di identificare in modo preciso l'ubicazione dell'immobile nel Comune di Brescia.

 

La documentazione e il relativo modulo è disponibile sul sito del Comune di Brescia al seguente link:

 

http://www.comune.brescia.it/servizi/urbanistica/Pagine/Equipollenza-zone-territoriali-bonus-facciate.aspx

 

                Per ulteriori informazioni contattare il Settore pianificazione urbanistica alla seguente email :

urbanistica@comune.brescia.it

 

Attenzione!       

 

tinteggiature nei nuclei storici

 

Nell'attesa che venga definito un Piano del colore, al fine di stabilire le tinteggiature dei prospetti in conformità alle prescrizioni di cui al punto 2.2.11 dell'Allegato 2 alle NTA e all'art. 55 comma 6 R.E., per il Nucleo storico principale e i Nuclei storici minori, sarà necessario contattare l'Arch. Lara Scaroni ai seguenti recapiti:

Tel. 0302978527

Lscaroni@comune.brescia.it

_______________________________________________________________

Contatti sportello

 

Per informazioni

Dott. Stefano Conter

Tel. 0302978500

Mail: sconter@comune.brescia.it

 

Orari sportello telefonico

martedì - giovedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 12

​Causa emergenza Covid-19, non si riceve in presenza ma solo telefonicamente o via mail.

 

PER colloqui CON IL TECNICO DI TURNO UTILI AD INQUADRARE DAL PUNTO DI VISTA EDILIZIO LE OPERE, SOLO SU APPUNTAMENTO DA FISSARE ON LINE consultare la pagina:

http://www.comune.brescia.it/servizi/casa/SUE/Pagine/news.aspx