Protezione Civile

Protezione Civile

L'esercitazione di autoprotezione è in programma domenica 25 settembre, a partire dalle 10, in via Gatti 55. Il Servizio di Protezione Civile del Comune di Brescia ha avviato un progetto di informazione/prevenzione dedicato alla cittadinanza.
Gli incontri hanno l'obiettivo di sensibilizzare i residenti dei quartieri sui temi della Protezione Civile, fornendo informazioni relative ai rischi specifici per tipologia di zona e illustrando i contenuti dei documenti operativi quali il Piano Comunale di Protezione Civile, la Condizione Limite d'Emergenza e la zonizzazione sismica.

L'area nella quale si svolgerà l'esercitazione è localizzata in prossimità del tratto ferroviario della linea "Milano-Venezia", situata centralmente rispetto all'abitato dei quartieri San Polo, Sanpolino e Sant'Eufemia.

In tale area, posta a poca distanza dal monte Maddalena, si trovano la sede dell'associazione di Protezione Civile "Valcarobbio", specializzata in interventi legati a rischi ambientali e di incendio boschivo, e l'adiacente pista di atterraggio per elicotteri.

La giornata comprenderà, in mattinata, l'esercitazione e l'illustrazione di interventi antincendio e, nel pomeriggio, le attività di informazione/prevenzione e le dimostrazioni di interventi di primo soccorso.

In mattinata si terrà la simulazione di un intervento con l'ausilio dell'elicottero, allertato per un intervento virtuale finalizzato a spegnere un incendio nelle vicinanze dei quartieri San Polo e Sanpolino. Il personale, in possesso delle autorizzazioni per il volo e in base alle indicazioni dell'equipaggio, potrà partecipare all'esercitazione che consiste nelle seguenti azioni:

  • Ore 9.30 decollo del mezzo aereo dall'Helispot dotato di serbatoio per carico acqua;
  • riempimento del "bucket" (secchio o benna) del velivolo di acqua prelevata dalla vasca precedentemente predisposta dai volontari;
  • "Helitack" di intervento che prevede un volo verso il punto di rilascio "drop point", individuato al centro delle aree stabilite;
  • sgancio dell'acqua sull'ipotetico fronte del fuoco per abbattere le fiamme o per creare vie "tagliafuoco";
  • Il personale volontario a terra illustrerà alla popolazione le fasi di svolgimento delle operazioni previste dallo scenario;
  • Conclusione dello scenario prevista alle 11.

     

Documenti allegati alla pagina