Prezzi - Inflazione a Brescia

Dettagli della notizia

Descrizione breve
Comunicato stampa e documentazione per l'anticipazione provvisoria degli indici dei prezzi al consumo di Brescia del mese corrente

Tempo di lettura:

7 min

Aree tematiche
Indagini statistiche

Descrizione

Descrizione

​​COMMISSIONE COMUNALE PER IL CONTROLLO DELLA RILEVAZIONE DEI PREZZI AL CONSUMO

 

 

VARIAZIONI DEGLI INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO PER L’INTERA COLLETTIVITÀ (NIC)

BRESCIA - FEBBRAIO 2024

 

 

 

Comunicato stampa - Per pubblicazione

Venerdì 15 Marzo 2024, ore 10.00

 

 

Brescia: in FEBBRAIO inflazione in discesa

Tasso congiunturale: -0,1%

Tasso tendenziale: -0,1%.

 

 

Brescia – Nel mese di FEBBRAIO le variazioni congiunturali e tendenziali dei prezzi al consumo NIC sono entrambe negative (-0,1%).

Rispetto al mese precedente, presentano lievi aumenti dei prezzi le divisioni “Bevande alcoliche e tabacchi” (+1,5%), “Trasporti” (+1,2%), “Ricreazioni, spettacoli e cultura” (+0,8%), “Prodotti alimentari e bevande analcoliche” (+0,2%) e “Altri beni e servizi” (+0,1%). Sono, invece, in calo le divisioni “Abitazione, acqua, elettricità e combustibili” (-2,1%), “Comunicazioni” (-2,1%), “Servizi ricettivi e di ristorazione” (-1,3%). La divisione “Istruzione” registra una variazione congiunturale nulla.

Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, la maggior parte delle divisioni presenta aumenti, anche se in calo rispetto ai valori registrati nei mesi precedenti: “Servizi ricettivi e di ristorazione” (+2,5%), “Istruzione” (+2,5%), “Bevande alcoliche e tabacchi (+2,3%), “Altri beni e servizi” (+1,9%), “Abbigliamento e calzature” (+1,9%), “Prodotti alimentari e bevande analcoliche” (+1,8%), “Ricreazione, spettacoli e cultura” (+1,7%),  “Trasporti” (+1,2%), “Mobili, articoli e servizi per la casa” (+0,8%) e “Servizi sanitari e spese per la salute” (+0,3%). In forte calo, la divisione “Abitazione, acqua, elettricità e combustibili” (-11,8%), seguita da “Comunicazioni” (-7,8%).

Analizzando per tipologia di prodotto, i “Beni” presentano un lieve aumento congiunturale complessivo (+0,1%). Scendendo a un dettaglio maggiore, si evidenzia una diminuzione dei Beni Energetici (-0,7%), controbilanciato da un incremento dei Beni Alimentari (+0,3%) e degli Altri Beni (+0,1%). In particolare, tra i Beni Energetici, calano sia gli Altri energetici (-0,6%), sia gli Energetici regolamentati (-2,8%). Tra gli alimentari, invece, sono in lieve aumento sia quelli lavorati (+0,3%), sia quelli non lavorati (+0,3%). In termini tendenziali, i “Beni” decrescono (-1,5%).

I “Servizi” presentano complessivamente un leggero decremento congiunturale (-0,3%), pur mantenendo alto l’aumento tendenziale (+1,7%). In particolare, all’interno della tipologia dei Servizi, la voce che presenta la diminuzione congiunturale più elevata è quella dei “Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona” (-0,8%).

Complessivamente, i “Beni alimentari, per la cura della casa e della persona”, definiti come il Carrello della spesa delle famiglie, aumentano del +0,2% su base mensile e del +1,5% su base annuale.

Con riferimento alla frequenza di acquisto, rispetto al mese di gennaio, sono aumentati i prodotti a Alta, frequenza di acquisto (+0,7%), mentre quelli a Media e Bassa frequenza sono in diminuzione (rispettivamente -0,7% e -0,2%). In termini tendenziali, i prodotti a Alta frequenza di acquisto presentano variazioni positive (+1,8%), seguiti da quelli a Bassa frequenza (+0,1%). Mentre quelli a Media sono in diminuzione (-2,0%).

Infine, per la componente di fondo della dinamica dei prezzi “Core Inflation” (al netto della componente volatile dei Beni energetici e Alimentari non lavorati), la variazione congiunturale è nulla, mentre è in aumento quella tendenziale (+1,5%).

In un confronto con l’andamento dei prezzi complessivo registrato a livello nazionale, si evidenzia che, in questo mese, le variazioni congiunturali della città di Brescia sono inferiore a quelle registrate a livello nazionale (rispettivamente -0,1% e +0,1%), come le variazioni tendenziali (rispettivamente -0,1% e +0,8%). Le differenze sono presentate, in seguito, anche per divisione.

 

PREZZI AL CONSUMO - BRESCIA

FEBBRAIO 2024

​Variazioni percentuali degli indici

per l'intera collettività (NIC)

Divisioni di spesa

Tendenziali

(% anno precedente)

Congiunturali

(% mese precedente)

Prodotti alimentari e bevande analcoliche 1,8 0,2
Bevande alcoliche e tabacchi 2,3 1,5
Abbigliamento e calzature 1,9 -
Abitazione, acqua, elettricità, e combustibili -11,8 -2,1
Mobili, articoli e servizi per la casa 0,8 -
Servizi sanitari e spese per la salute 0,3 0,1
Trasporti 1,2 1,2
Comunicazioni -7,8 -2,1
Ricreazione, spettacoli e cultura 1,7 0,8
Istruzione 2,5 -
Servizi ricettivi e di ristorazione 2,5 -1,3
Altri beni e servizi 1,9 0,1
Indice generale -0,1 -0,1
Indice generale senza tabacchi -0,2 -0,2

 

​​
 
I comunicati stampa e il rispettivo calendario  di diffusione per l'anno 2024 sono disponibili per il  download in calce a questa pagina.​​​​​

 

Per rivalutazioni monetarie Istat - Indice dei PREZZI per le rivalutazioni monetarie​​​​​

 


 
Ultimo aggiornamento

15/03/2024, 10:26