contributi per attrezzature religiose

contributi per attrezzature religiose
 

​​​​NORME PER LA REALIZZAZIONE DI EDIFICI DI CULTO E DI ATTREZZATURE DESTINATE A SERVIZI RELIGIOSI

(art 70-73 L.R. n. 12/2005 e successive modifiche - Del di C.C. n. 115 del 25.05.1993)


ENTRO IL 30 GIUGNO DI OGNI ANNO SARÀ POSSIBILE PRESENTARE LE DOMANDE

 L’Amministrazione comunale assegna ogni anno contributi pari all’8 per cento delle somme riscosse per oneri di urbanizzazione secondaria, agli enti delle confessioni religiose di cui che ne facciano richiesta secondo la seguente ripartizione:

- 95% delle somme disponibili alla Chiesa Cattolica
- 5% delle somme disponibili alle altre confessioni religiose i cui rapporti con lo Stato siano disciplinati ai sensi dell’art 8, comma 3, della Costituzione

Tali contributi vengono concessi per le attrezzature di cui all’art. 71 della L.R. 12/2005:

a) gli immobili destinati al culto anche se articolati in più edifici compresa l'area destinata a sagrato;
b) gli immobili destinati all'abitazione dei Ministri del culto, del personale di servizio, nonché quelli destinati ad attività di formazione religiosa;
c) nell'esercizio del ministero pastorale, gli immobili adibiti ad attività educative, culturali, sociali, ricreative e di ristoro compresi gli immobili e le attrezzature fisse destinate alle attività di oratorio e similari che non abbiano fini di lucro.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE ALLEGATI ALLA DOMANDA:
Richiesta con marca da bollo da Euro 16,00 e con allegato un programma di interventi con la proposta degli interventi prioritari, sottoscritta dal legale rappresentante della parrocchia o della confessione religiosa.
Tale programma deve essere corredato da un progetto di massima delle singole opere, redatto da un tecnico abilitato ai sensi di legge che contenga un preventivo sommario delle spese, comprensivo di IVA, i termini presunti di inizio e fine lavori, nonché il riferimento agli esercizi finanziari, anche relativi a più annualità a cui far carico per l’erogazione dei contributi.
Se la domanda viene inviata per posta o se è consegnata da persona diversa dal legale rappresentante che la ha sottoscritta deve essere allegata alla stessa fotocopia di un documento di identità del legale rappresentante.

La domanda va presentata a :
Comune di Brescia - Settore Pianificazione Urbanistica
Via Marconi 12 - 25128 Brescia
Tel 030 2978603 - Fax 030 2978595

Per informazioni:
Segreteria 030 2978605
Avv. Stefano Savoldi
urbanistica@comune.brescia.it

MODALITÀ EROGAZIONE CONTRIBUTI
In base ai criteri stabili con la predetta deliberazione di C.C. ai programmi ammessi al finanziamento viene riconosciuto un contributo massimo pari al 30% della spesa certificata da idonee fatture e comunque per un massimo di € 35.000,00 e per i quali non venga erogato alcun altro finanziamento pubblico.
L’Amministrazione comunale entro il 30 novembre di ogni anno provvederà a stilare la graduatoria per la concessione di contributi sulla base dei criteri di cui alla Delibera di C. C. . n. 115 del 25.05.1993.

DOCUMENTI DA PRESENTARE PER LA RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSI: 

  1.  copia del permesso di costruire o autorizzazione per gli interventi edilizi; 
  2. benestare della Soprintendenza ai Beni Culturali o autorizzazione della Direzione Musei    per i restauri dei beni sottoposti a vincolo;
  3. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante dell’ente religioso che per il programma presentato non venga erogato alcun altro finanziamento pubblico in parte capitale o in conto interessi, con la sola eccezione del completamento di finanziamenti pubblici erogati per interventi di restauro e risanamento conservativo, riservati ad edifici di culto di particolare rilevanza storico-culturale;
  4. dichiarazione da parte del tecnico dell’avvenuta esecuzione delle opere , controfirmata dal legale rappresentante dell’ente religioso;
  5. copie delle fatture relative all'esecuzione dei lavori;
  6. dichiarazione di responsabilità per la concessione di contributi non soggetti a ritenuta debitamente compilato e sottoscritto e con applicata una marca da € 2,00;
  7. modello tracciabilità ex art. 3 legge n.136/2010 debitamente compilato, sottoscritto dal legale rappresentante dell'ente religioso e con allegato documento di identità;
  8. modello"Sottoscrizione informativa sulla pubblicità", debitamente compilato e sottoscritto dal legale rappresentante dell'ente religioso.