Emergenza Ucraina

Emergenza Ucraina
 

ДЛЯ ГРОМАДЯН УКРАЇНИ​​​​​​​​​​​ English language 



EMERGENZA UCRAINA. INDICAZIONI PER L’ACCOGLIENZA

  1. I cittadini e le cittadine ucraine in arrivo sono invitati a recarsi immediatamente presso la Questura di Brescia per la loro registrazione sul territorio nazionale e per avere le indicazioni necessarie per fare richiesta di protezione temporanea/permesso di soggiorno.
    L’Ordinanza 881/2022 del Capo Dipartimento della Protezione civile ha previsto contributi di sostentamento straordinari rivolti ai rifugiati richiedenti la protezione temporanea. I contributi previsti sono stati conteggiati in 300 euro mensili per un massimo di 3 mesi per soggetti adulti, e 150 euro per massimo 3 mesi per i minorenni. Il Contributo non verrà erogato dal Comune di Brescia, ma nelle modalità operative che devono ancora essere indicate dal Dipartimento della Protezione civile. E’ prevista una registrazione/accreditamento on line e seguiranno indicazioni sugli sportelli bancari/postali ove sarà possibile presentarsi per incassare il contributo. Le modalità operative verranno rese note appena approvate e diffuse dalla Protezione civile.;

  2. E’ prevista l’esenzione dal visto per 90 giorni. Dopo aver depositato la richiesta di protezione temporanea vi è la possibilità di permanere sul territorio italiano anche oltre i 90 giorni;

  3. I residenti nel comune di Brescia che ospitano i cittadini ucraini devono fare comunicazione di ospitalità. La comunicazione va inviata entro 48 ore alla Questura di Brescia e deve comprendere, oltre alle generalità del denunciante quelle dell’ospitato, gli estremi del passaporto o del documento di identificazione e l'esatta ubicazione dell'immobile in cui le persone alloggiano. Il link per scaricare il modulo di comunicazione è il seguente:
    https://www.poliziadistato.it/articolo/125a93e344e6c73863395263.
    La comunicazione va inviata al seguente indirizzo:  immig.quest.bs@pecps.poliziadistato.it​

  4. La tessera sanitaria provvisoria viene rilasciata da ASST Spedali Civili presso il centro aperto in via Morelli - Brescia dalle ore 08:00 alle 16:00 dal lunedi al venerdi e dalle ore 08:00 alle 12:30 il sabato;

  5. ​Per maggiori informazioni sugli aspetti sanitari, anche in merito all’emergenza COVID:
    https://www.ats-brescia.it/en/emergenza-ucraina;

  6. La presentazione della richiesta di protezione temporanea/permesso di soggiorno consente lo svolgimento di attività lavorativa, sia in forma subordinata, anche stagionale, che autonoma.
    https://www.protezionecivile.gov.it/it/normativa/ocdpc-n-872-del-4-marzo-2022-disposizioni-urgenti-di-protezione-civile-assicurare-sul-territorio-nazionale-laccoglienza-il-soccorso-e-lassistenza-alla-0;

  7. Per coloro che intendano segnalare la disponibilità di strutture e soluzioni alloggiative per l’accoglienza è necessario compilare la scheda di segnalazione al seguente modulo on line
    https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdR3kruvxKGqF-FObnYJy9XtVEIcvwJtdc3NRs-oq-K0JDpaw/viewform?usp=sf_link ​ 
    Chi ha segnalato la disponibilità di strutture e soluzioni alloggiative per l’accoglienza, compilando l’apposito modulo on line indicato in precedenza, verrà contattato da operatori del Comune di Brescia al fine di verificare l’idoneità della proposta attraverso un sopralluogo da concordare. All’esito positivo del sopralluogo, il Comune darà conferma agli Uffici della Prefettura circa l’idoneità della soluzione proposta e sarà poi la Prefettura a contattare chi ha manifestato la disponibilità per organizzare l’accoglienza delle persone, nel numero e nei modi proposti;

  8. Brescia Mobilità in accordo con il Comune di Brescia fornisce abbonamenti trimestrali gratuiti per i cittadini/e ucraini rifugiati in italia: https://www.bresciamobilita.it/news/abbonamenti-trimestrali-gratuiti-per-i-cittadini-ucraini-rifugiati-in-italia;

  9. È online la piattaforma del Dipartimento della Protezione Civile che permette alle persone in fuga dalla guerra in Ucraina di richiedere il contributo di sostentamento per sé, per i propri figli, per i minori di cui si ha tutela legale.
    Il contributo – che ha l’obiettivo di offrire un primo sostegno economico in Italia – è destinato a chi ha presentato domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea e ha trovato una sistemazione autonoma anche presso parenti, amici o famiglie ospitanti.
    Per richiedere il contributo è necessario avere il Codice Fiscale (indicato nella ricevuta della domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea), un numero di cellulare e una email;

  10. Iscrizione ai Centri Diurni Estivi Infanzia (FASCIA 3-6 ANN) del Comune di Brescia
    Le persone di origine ucraina che hanno lasciato l'Ukraina dopo il 24 febbraio possono richiedere l'iscrizione dei propri figli nella fascia di età 3-6 anni ai centri estivi DIURNI del Comune di Brescia.
    Possono iscriversi solo coloro che vivono nel Comune di Brescia e che lo possono dimostrare attraverso una dichiarazione di ospitalità che lo certifica.
    Le famiglie interessate possono rivolgersi all'Ufficio Servizi per l'Infanzia del Comune di Brescia entro il giorno 15 Maggio per richiedere l'iscrizione.
    Gli orari sono i seguenti:
    giovedì 09–12:30, 14–15:45
    venerdì 09–12:30, 14–15:30
    Oppure è possibile chiamare i numeri 030297.7645-7482-7489-7310 o inviare una e-mail a ​
    iscrizioni.infanzia@comune.brescia.it

Il sistema scolastico ha organizzato l'accoglienza nelle scuole dei bambini e ragazzi ucraini: 

  1. Per quanto riguarda le iscrizioni ai Nidi o Scuole dell'infanzia comunali, i cittadini e le cittadine ucraine in arrivo con minori sono invitati a contattare il Settore servizi per l'infanzia allo 0302977460, l'accesso è previo appuntamento. Per quanto riguarda, invece, l'iscrizione alle Scuole dell'infanzia statali, è necessario contattare ciascun Istituto Comprensivo di competenza. E' necessario, invece, contattare direttamente le singole scuole in caso di iscrizione ai Nidi o alle Scuole dell'infanzia paritarie;
  2. Per l'iscrizione alla Scuola Primaria o Secondaria di primo grado, i cittadini e le cittadine ucraine in arrivo con minori sono invitati a recarsi all'Istituto Comprensivo della zona di residenza per l'iscrizione alla scuola. Le segreterie forniranno tutte le informazioni necessarie per la frequenza scolastica. La mancanza di documenti non pregiudica l'accoglienza nella scuola italiana. Per informazioni è possibile contattare l'ufficio Scolastico Provinciale via mail: usp.bs@istruzione.it;
  3. Qualora fossero interessati ad iscrivere i minori anche ai servizi scolastici (mensa, trasporto, prescuola), dopo aver completato l'iscrizione devono recarsi negli uffici del Diritto allo Studio del Comune di piazza Repubblica 1 per compilare la domanda cartacea (muniti di codice fiscale e documento d'identità, se sprovvisti devono essere accompagnati da qualcuno che ne sia dotato);
  4.  Per gli studenti dai 15 ai 18 anni l'iscrizione va effettuata direttamente nelle scuole Secondarie di secondo grado della città. Per informazioni è possibile contattare il Polo Provinciale per l'Orientamento presso all'I.I.S Tartaglia Olivieri via mail: polo.provinciale.orientamento@tartaglia-olivieri.eu​;
Dal 23 aprile 2022 il Comune di Brescia, in accordo con Croce Rossa, Cauto, Maremosso e Caritas cittadina ha aperto un centro di distribuzione di generi di prima necessità presso la sede ex OMB in via Chiappa 27 a Brescia (di fronte alla fermata metropolitana Sant'Eufemia Buffalora). 

​L'accesso è riservato alle persone e famiglie ucraine ospitate nel territorio cittadino, a seguito dell'emergenza umanitaria conseguente al conflitto tra Russia e Ucraina.

Per accedere è necessario presentarsi con il passaporto recante timbro di ingresso in Italia successivo al 24 febbraio 2022 oppure con la dichiarazione di ospitalità registrata presso la Questura di Brescia. 

La distribuzione viene effettuata il sabato e la domenica dalle ore 9.00 alle ore 16.00. 

Non possono accedere al centro di distribuzione le persone inserite nei canali istituzionali di accoglienza (SAI, CAS e accoglienza diffusa della Protezione Civile nazionale). 

Info utili per l'ingresso dei profughi ucraini in Italia nella sezione allegati.