Tullo Goffi

Tullo Goffi
Tullo Goffi 

Sacerdote, insegnante, teologo e moralista

Nato a Prevalle durante i tempi difficili della Grande Guerra, lascia la casa paterna per entrare subito dopo la scuola elementare, nel Seminario vescovile di Brescia, dove ben presto si distingue negli studi. Nel 1939, non ancora sacerdote, viene inviato a Roma, all’Università Lateranense per conseguire il dottorato in Diritto Canonico, che secondo le disposizioni dell’epoca, lo avrebbe abilitato all’insegnamento della Teologia morale. Viene ordinato sacerdote da mons. Giacinto Tredici, nella cattedrale di Brescia, il 23 marzo 1940. Completati gli studi, dopo l’8 settembre 1943, rimane a Brescia. Nel 1946 inizia l’insegnamento di Teologia morale in Seminario, cattedra che mantiene fino all’anno accademico 1995-96, pochi mesi prima della morte.
Intensa è l’attività nel seminario bresciano, dove risiede stabilmente per cinquant’anni. Ma non meno prestigioso è il suo ruolo accademico fuori Brescia. Nel 1956 gli viene affidato l’incarico di un corso speciale alla Facoltà Teologica di Milano, è l'inizio dell’attività di docente poi continuata alla Facoltà Teologica Interregionale. In questi anni Tullo Goffi è figura di spicco del rinnovamento della Teologia morale in Italia, ruolo che viene riconosciuto con la sua elezione a primo presidente dell’Associazione Teologi Italiani per lo Studio della Morale (Atism); incarico che ricopre dal 1966 al 1975. E’ tra i fondatori della Rivista di Teologia Morale ed è chiamato a far parte della Commissione per il Catechismo nazionale. Nel 1984 accetta anche la cattedra presso l’Istituto ecumenico San Bernardino di Venezia.
Uomo di grande cultura e maestro di spiritualità, lascia un grande segno nella vita culturale non solo bresciana. Convinto assertore della necessità di attuare a fondo la svolta operata dal Concilio Vaticano II, è autore di numerosissime pubblicazioni, molte delle quali tradotte anche in altre lingue,  a testimonianza della sua partecipazione significativa al dibattito internazionale sui temi della morale cattolica.
Muore, dopo una lunga e dolorosa malattia, il 13 ottobre 1996.


 

Documenti allegati alla pagina