Eugenio Guarneri

Eugenio Guarneri
fotografia Eugenio Guarneri 

Dirigente sindacale, presidente provinciale dell’Inps

Da bracciante a presidente provinciale dell’Inps, da rappresentante sindacale a segretario generale della Fisba-Cisl, Eugenio Guarneri ha dedicato tutta la sua intensa vita alla difesa dei diritti dei lavoratori. Nasce a Orzivecchi nel 1933 e fin da giovanissimo inizia a lavorare nei campi, come salariato agricolo, nel Comune di Pedergnaga, oggi San Paolo. Dal 1949 al 1955 si distingue come capolega della Fisba, la federazione salariati e braccianti agricoli della Cisl.
Nel 1956 al Centro studi della Cisl di Firenze frequenta il corso per dirigenti sindacali con Marini, Crea e Colombo. Nel 1957 ha il suo primo incarico come operatore intercategoriale e responsabile di zona, a Cento in provincia di Ferrara. Nel 1958 va a Merate, in provincia di Como, e l’anno successivo gli viene affidata una zona della Valcamonica, dove rimane fino al 1963.
Tornato in città, nel 1965 entra nella segreteria provinciale della Fisba-Cisl. Diventa segretario generale della categoria nel febbraio del 1970, in sostituzione di Pietro Apostoli, chiamato a fare il coordinatore regionale della Fisba Lombardia. Nel 1970 entra anche a far parte del Comitato provinciale dell’Inps, costituito per la prima volta a Brescia. Nel 1975 diventa direttore dell’Inas di Brescia, mentre lascia la carica di segretario generale Fisba a Franco Anni. Tornerà ai vertici della federazione dei lavoratori agricoli nel 1978 e vi resterà fino al 1983, quando sarà eletto presidente del Comitato provinciale Inps. Rimane tuttavia nell’esecutivo Fisba, indicando come suo successore alla segreteria Renato Zaltieri.
La sua preoccupazione principale è che il sindacato sia in grado di rappresentare le variegate istanze dei lavoratori del settore agricolo e che al tempo stesso, sappia cogliere le rapide mutazioni sociali ed economiche in atto. Per questo dedica impegno e risorse all’organizzazione e alla formazione dei quadri.
Lascia la carica di presidente dell’Inps nel novembre del 1985, per gravi motivi di salute. Muore a soli 53 anni, il 15 settembre 1987.

Documenti allegati alla pagina