Patto dei Sindaci - Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC)

Patto dei Sindaci - Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC)
 

​​​​​

L'Unione Europea ha individuato nelle città il contesto in cui è maggiormente utile agire per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni e nel gennaio 2008, in occasione della Settimana Europea dell'Energia Sostenibile, la Commissione Europea ha lanciato il "Patto dei Sindaci​" - Covenant of Majors - con lo scopo di coinvolgere le comunità locali a impegnarsi in iniziative per ridurre nelle città l'emissione di CO2 del 20% (rispetto ai livelli del 1990) mediante l'attuazione di un Piano d'Azione che preveda tempi di realizzazione, risorse umane dedicate, oltre ad attività di monitoraggio e informazione ed educazione ambientale.​

Il 15 ottobre 2015 la Commissione europea ha presentato, il nuovo Patto del Sindaci integrato per l'energia e clima con l'impegno ad agire per raggiungere entro il 2030 l'obiettivo di ridurre del 40% le emissioni di gas serra e ad adottare un approccio congiunto all'integrazione di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici.

Il Patto dei Sindaci per il clima e l’energia coinvolge quindi le autorità locali e regionali impegnate su base volontaria a raggiungere sul proprio territorio gli obiettivi UE per l’energia e il clima.  

I firmatari si impegnano a sviluppare entro il 2030 dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) e ad adottare un approccio congiunto per l’integrazione di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici. Il nuovo PAESC prevede due elementi centrali ed uno trasversale di efficienza energetica e di incremento dell’uso delle fonti rinnovabili:

  1. la mitigazione (obiettivo già presente nel PAES) - la riduzione delle emissioni di CO2 (decarbonizzazione dei territori);
  2. l’adattamento (nuovo obiettivo del PAESC) - la riduzione dei rischi legati ai cambiamenti climatici.​
Di seguito si riporta lo schema presente nelle “Linee Guida per la stesura del PAESC” che restituisce le fasi principali del percorso di definizione dello stesso, che prevede tre passaggi:

  • Fase 1    Firma del Patto dei Sindaci per il clima e l’energia e il clima;
  • Fase 2    Entro due anni dalla adesione elaborazione ed l’invio del PAESC;
  • Fase 3 Entro due anni dall’approvazione del PAESC l’invio del “Report di Monitoraggio sulle azioni” ed entro 4 anni dall’approvazione del PAESC il “Resoconto Completo del Monitoraggio” a 6 anni dall’inizio del processo.
Fase 1: Con la delibera n.60 del 19 giugno 2020 il Consiglio Comunale ha stabilito di aderire alla Covenant of Mayors (Patto dei Sindaci). Il Sindaco di Brescia ha sottoscritto il Patto in data 6 agosto 2020.

Fase 2: in data 24 maggio 2021 è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale il PAESC del Comune di Brescia, consultabile nella presente pagina unitamente alla delibera sopra citata.

Per quanto concerne la Fase 3 relativa al monitoraggio, verranno avviate le azioni previste dal PAESC e tramite questa pagina web, verrà garantita la necessaria informazione ai cittadini ed ai portatori di interesse.

​Riferimenti
Settore Sostenibilità Ambientale – Via G. Marconi, 12- 25128 Brescia
Tel. 0302978572 - 0302978708 –  sostenibilitaambientale@comune.brescia.it​