"Il cibo in rosa"

"Il cibo in rosa"

Giovedì 12 novembre, alle 17,  nel salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, si svolgerà il convegno "Il cibo in rosa" che analizzerà il tema dell'alimentazione al femminile, partendo dall'allattamento, primo e prezioso nutrimento, per poi affrontare l'argomento della preparazione e della cura del desco familiare in tutto il pianeta. È nota, infatti, la capacità delle donne di riciclare e risparmiare anche in situazione di difficoltà e carestia. Il convegno si soffermerà anche sull'agricoltura nata dalle donne e sulla Madre Terra che fornisce tutti i nutrienti di cui ha bisogno il genere umano.

Expo 2015 ha avuto come slogan "nutrire il pianeta": l'associazione "Un pane per tutti" intende illustrare il ruolo della donna nel campo della nutrizione, seguendo un filo rosso, anzi rosa, che parla e scrive di donne nel settore del cibo, nella consapevolezza che è la donna a nutrire il pianeta.

La giornata del 12 novembre avrà inizio alle 12 con un pranzo solidale per 40 persone in difficoltà che si terrà presso la Scuola Cfp Canossa. Alcuni prodotti che saranno consumati durante il pasto sono stati donati dal Gruppo Unes e dalla Centrale del latte di Brescia.

Successivamente, alle 17, a Palazzo Loggia, avrà inizio il convegno con la presentazione del libro "il cibo in rosa" (Ed. Compagnia della stampa Massetti Rodella) e la proiezione delle fotografie di Tiziana Arici. Nell'occasione interverranno Laura Castelletti, vicesindaco e assessore alla Cultura, Creatività e Innovazione del Comune di Brescia, Laura Puppato, presidente dell'associazione "Un'altra idea di mondo", Marina Borghetti, presidente dell'associazione "Un pane per tutti", Rokhaya Ba Tourè, console del Senegal, Livia Consolo, consulente organizzativo no profit, Antonella Novaglio, presidente del Collegio Ostetriche di Brescia, Enrica Agosti, presidente Slow Food Lombardia, Antonella Mabellini, docente di scienze alimentari, Nicoletta Del Tedesco, Fondazione Plef e Barbara Favaro, scrittrice e autrice, che leggerà la lettera alla Madre Terra.

Sotto il porticato di Palazzo Loggia, dove sarà presente l'associazione Onlus Bimbo Chiama Bimbo, sarà possibile donare uno o più prodotti alimentari non deperibili.

Documenti allegati alla pagina