Incendi boschivi

Incendi boschivi
 

​​

E' stato istituito dal Comune di Brescia il "Catasto degli incendi boschivi", previsto dalla Legge quadro in materia di incendi boschivi, grazie al quale si potranno applicare divieti e prescrizioni.

Nel documento vengono indicati i riferimenti catastali e la cartografia delle aree interessate, negli ultimi anni, da incendi boschivi, redatto a seguito di sopralluoghi e con la georeferenziazione dei perimetri.

In base alle disposizioni della “Legge quadro in materia di incendi boschivi" boschi e pascoli i cui suoli sono stati percorsi dal fuoco non possono avere una destinazione diversa da quella preesistente all'incendio per almeno quindici anni. È consentita la costruzione di opere pubbliche necessarie alla salvaguardia della pubblica incolumità e dell'ambiente.

Per cinque anni, sui questi suoli, sono vietate le attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse finanziarie pubbliche, salvo specifica autorizzazione concessa dalla differenti autorità competenti, per documentate situazioni di dissesto idrogeologico e nelle situazioni in cui sia urgente un intervento per la tutela di particolari valori ambientali e paesaggistici.

Per dieci anni sono vietati il pascolo e la caccia e, per tre anni, è vietata la raccolta dei prodotti del sottobosco. ​​​​