Festival della Pace

Festival della Pace
 

​​​La galleria fotografica​​​​​​​​​​​​

Si svolgerà da venerdì 12 a domenica 28 novembre la quarta edizione del Festival della Pace, organizzato dal Comune e Provincia di Brescia, in collaborazione con Fondazione Brescia Musei e Amnesty International e con l'alto patrocinio del Parlamento Europeo.

Dopo il rinvio dello scorso anno, causa il diffondersi della pandemia Covid-19, anche questa nuova edizione, che vedrà protagonisti figure di grande rilievo che, a livello internazionale, si sono esposte per difendere i diritti umani e l'armonia tra i popoli e durante la quale ci sarà il prestigioso intervento di un alto rappresentante delle Nazioni Unite, sarà dedicata a indagare svariati temi e contesti di rilevanza internazionale, con particolare riferimento al tema del riconoscimento e del dialogo tra le identità come pratica necessaria alla costruzione della pace. Proseguiranno le iniziative sul disarmo nucleare e a sostegno della campagna per l'adesione del nostro Paese al Trattato internazionale per l'abolizione delle armi atomiche, nonché le sezioni dedicate al rapporto tra libertà di espressione e pace, tra salvaguardia dell'ambiente e pace, tra tutela dei diritti umani e pace.

L'avvio della manifestazione sarà l'inaugurazione della mostra “La Cina non è vicina. Badiucao – opere di un artista dissidente" che si terrà alle 15 al Museo Santa Giulia in via Musei 81/b.

La cerimonia inaugurale del festival è in programma alle 16.45 nel Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, nel quale verrà allestita l'installazione arborea di Hibakujumoku, sopravvissuto al bombardamento atomico di Nagasaki, con l'incontro relativo al ruolo dell'Italia nella costruzione della pace nel mondo, a cui parteciperanno il sindaco di Brescia Emilio Del Bono, la Vice Ministra degli Affari Esteri Marina Sereni e il Presidente della Provincia di Brescia Samuele Alghisi.

La prenotazione è consigliata sul sito www.festivaldellapace.it e per accedere è necessario munirsi di certificazione verde (green pass).