Premio Leonessa 2019

Premio Leonessa 2019
 

Venerdì 8 marzo, nel salone Vanvitelliano di palazzo Loggia, è stato assegnato il “Premio Leonessa”, importante riconoscimento giunto alla diciassettesima edizione, istituito dal Comune di Brescia. La manifestazione è rivolta a tutte le donne che hanno dato lustro alla nostra città nell’ambito sportivo e che, grazie al proprio stile di vita, costituiscono un esempio per la società e per le giovani generazioni.

Lo scopo del Premio Leonessa, oltre a premiare gli atleti per i successi ottenuti, è incentivare l’impegno sportivo al femminile, in una data simbolicamente importante che coincide con la Giornata internazionale della Donna. Sono stati premiati l’impegno, la costanza e la determinazione delle atlete, segnalate tra le più promettenti e preparate per il raggiungimento di risultati agonistici prestigiosi. Lo sport offre l’opportunità di dimostrare coraggio e capacità, diventando un efficace strumento di formazione, di socializzazione e di gratificazione, offrendo la possibilità di valorizzare il proprio talento.

Il servizio Sport, nella scelta delle atlete, ha sempre richiesto la preziosa collaborazione delle rispettive Federazioni, che hanno puntualmente segnalato le sportive meritevoli. Oltre agli sport olimpici, sono stati rappresentati anche quelli paralimpici, praticati da atleti con disabilità.

La cerimonia è stata presentata dalla giornalista Franca Cerveni, mentre gli ospiti sono stati accolti da sei studenti dell’Istituto di istruzione superiore “Andrea Mantegna” di Brescia, con anche un momento musicale affidato al duo voce e tastiera composto da Miriam De Luca e Luca Corsini.

La madrina dell’evento è stata Graziella Bragaglio, presidente del Basket Brescia Leonessa. Con l’edizione 2019 sono salite a 753 le atlete, nate o residenti a Brescia e provincia o appartenenti a società sportive bresciane, premiate grazie alle segnalazioni delle federazioni sportive ed enti di promozione. Hanno consegnato i premi il sindaco Emilio Del Bono, l’assessore alle Pari opportunità Roberta Morelli, il delegato provinciale del Coni Tiziana Gaglione e il delegato provinciale C.I.P. Angelo Martinoli.