Car sharing card

Car sharing card
 

Il Comune di Brescia e il Gruppo Brescia Mobilità annunciano una nuova soluzione pensata per ridurre la congestione stradale e l'inquinamento della città. Da questa idea nasce "Car Sharing Card", un bonus di 500 euro dedicato a chi deciderà di muoversi senza utilizzare la propria automobile, a favore di sistemi di mobilità condivisa o del trasporto pubblico.
L'iniziativa, promossa dal network ICS e finanziata dal Ministero dell'Ambiente, è rivolta a chiunque decida di rottamare la propria auto e di non acquistarne un'altra per i dodici mesi successivi.

Con la carta prepagata sarà possibile acquistare almeno un abbonamento ad Automia (servizio di car sharing della città di Brescia che prevede un abbonamento mensile a 20 euro o annuale a 100 euro) ed eventualmente un abbonamento al trasporto pubblico, utilizzabile sia per i viaggi in metro che per quelli in autobus.
Per ottenere la Car Sharing Card è necessario: rottamare il proprio autoveicolo, recarsi presso gli Infopoint Turismo e Mobilità di via Trieste e di Via della Stazione portando la dichiarazione di rottamazione e compilando quella che attesta che non verrà acquistato un altro veicolo per i successivi dodici mesi e infine ritirare la propria carta.
Il servizio è richiedibile anche per chi ha rottamato la propria automobile nei sei mesi precedenti alla consegna della documentazione senza aver mai effettuato l'iscrizione ad Automia oppure per chi ha eseguito la rottamazione entro novanta giorni dalla data di iscrizione al servizio di car sharing cittadino.
La tessera è utilizzabile non solo a Brescia, ma anche in tutte le città aderenti all'iniziativa (Palermo, Milano, Firenze, Roma, Genova e Venezia).  

Comune di Brescia e Gruppo Brescia Mobilità presentano una nuova iniziativa pensata per ridurre congestione e inquinamento e offrire ai cittadini soluzioni di mobilità convenienti: Car Sharing Card, il bonus di 500€ dedicato a chi decide di muoversi senza la propria automobile.

L'iniziativa – promossa da ICS Iniziativa Car Sharing, network a cui il Comune di Brescia aderisce e che sostiene la diffusione dei servizi di car sharing sul territorio, e finanziata dal Ministero dell'Ambiente – è rivolta a chi decide di rottamare la propria automobile e di non acquistarne un'altra per dodici mesi e si propone di ridurre il numero di veicoli privati in circolazione a favore di sistemi di mobilità condivisa o collettiva, come il car sharing ed il trasporto pubblico.
Car Sharing Card è utilizzabile non soltanto nella propria città di residenza, ma anche in tutte le città aderenti all'iniziativa: oltre Brescia infatti, anche Car Sharing Palermo, Share'ngo Milano – Firenze – Roma, Car Sharing Genova e Car Sharing Venezia hanno aderito all'iniziativa di promozione della mobilità condivisa.

 

 

Documenti allegati alla pagina