Campagna zanzara tigre

Campagna zanzara tigre
 

Il settore Protezione Ambientale e Protezione Civile del Comune di Brescia ha attivato un piano operativo da aprile a settembre, al fine di ridurre la situazione di disagio causata dalla presenza della zanzara tigre. Il programma sarà articolato in cinque cicli di interventi larvicida, finalizzati alla distruzione su suolo urbano dell'insetto in stato larvale.
Il primo ciclo, attivato il 19 aprile, è tuttora in corso. Come prodotto impiegato è stato scelto un insetticida biologico, completamente naturale, chiamato Vectomax Fg, che presenta notevoli benefici tra i quali la rapidità d'azione, il controllo sulle specie delle zanzare e il possibile utilizzo in acque pulite e inquinate. Inoltre tale prodotto risulta innocuo per l'uomo e per gli organismi acquatici e garantisce fino a 28 giorni di controllo residuale in habitat aperti e fino a 56 giorni nelle caditoie stradali.
La modalità prevede che la dose necessaria del prodotto sia inserita tramite un apposito fucile spara granuli all'interno del tombino, disperdendosi e distribuendo le microparticelle nella colonna d'acqua.
Per ottimizzare i tempi l'erogatore è predisposto per alloggiare una riserva di Vectomax Fg che consente il trattamento fino a 80 volte prima di dover essere ricaricato. Inoltre per velocizzare gli interventi il territorio cittadino è stato suddiviso in 36 aree operative che vengono progressivamente trattate nel corso di ogni ciclo.
Solo per le zone in cui si siano verificati accertamenti di infestazione intensiva sono in programma  interventi di tipo adulticida, in particolare parchi, cimiteri, giardini delle scuole, sponde dei corsi d'acqua.
Tutti i prodotti impiegati rientrano tra i formulati commerciali registrati dal Ministero della Salute come "Presidi Medico-Chirurgici", come da indicazioni contenute nell'ultima circolare del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell'Ats di Brescia – Allegato 1 – trasmessa il 15 aprile 2016.
Il trattamento di ampi spazi viene effettuato mediante impianti atomizzatori posizionati su idonei autoveicoli mentre il trattamento di spazi ridotti è realizzato mediante nebulizzatori dorsali per il trattamento a piedi.
È stata, inoltre, adottata l'ordinanza che prevede il rispetto di determinate regole comportamentali che rappresentano efficaci misure di prevenzione per la diffusione dell'insetto.

È dimostrato che il contenimento dell'infestazione risulta più efficace se, all'azione svolta su suolo pubblico, si unisce anche quella di prevenzione svolta dai singoli cittadini nelle proprie aree private. A tal fine anche quest'anno è stata avviata un'attività di sensibilizzazione della cittadinanza al fenomeno, mediante la pubblicazione di materiale informativo sul sito internet del Comune di Brescia (www.comune.brescia.it) e la distribuzione gratuita di un prodotto antilarvale, rintracciabile anche in farmacia con il nome di Proxilar compresse.

I punti di distribuzione sono stati individuati nei cinque uffici di zona, Casa Associazioni, Urp e Settore Protezione Ambientale e Protezione Civile del Comune di Brescia.

 

Documenti allegati alla pagina