Riequilibrata la Tari

Riequilibrata la Tari

Il Comune di Brescia è pronto a riequilibrare la Tari per le utenze non domestiche, modificando il Regolamento entro il 31 dicembre 2016. La decisione, fatte le dovute verifiche tecniche, è stata presa a seguito di un approfondimento delle istanze presentate da Confesercenti, che lamentava una scarsa equità tra le categorie nell'applicazione della tariffa (categorie 24, 25 e 27 del Regolamento comunale).  
Premesso che il nuovo metodo di raccolta rifiuti ha come finalità l'aumento della raccolta differenziata e che il sistema a regime porterà alla tariffazione puntuale, si pagherà cioè in base al quantitativo di rifiuti prodotti,  va sottolineato che attualmente ci troviamo in una fase di transizione tra il vecchio e il nuovo metodo di raccolta.
Il Comune ha comunque rilevato una maggiore onerosità per alcune categorie del commercio -  ristoranti, trattorie, pizzerie, mense e fast food, pizza al taglio, gastronomie, bar, caffè, pasticcerie, birrerie fioristi, fruttivendoli, pescherie - e ha quindi dato mandato al prof. Giulio Ferrari, consulente di fama nazionale in materia di regolamenti e tariffe rifiuti, affinché trovi delle soluzioni per un riequilibrio della tariffa per le utenze non domestiche. In base ai risultati dello studio, il Comune si impegna ad applicare per le suddette categorie una riduzione effettiva della Tari pari al 20% da svilupparsi sugli anni 2016 e 2017.

Documenti allegati alla pagina