Autunno "colorato" a Brescia Musei

Autunno "colorato" a Brescia Musei

A settembre riparte il ricco programma che la Fondazione Brescia Musei, in collaborazione con il Comune di Brescia, propone a un pubblico sempre più ampio e diversificato, al fine di soddisfare le esigenze culturali di tutti i cittadini.

Si inizia mercoledì 28 settembre, alle 17.30, presso la sala conferenze del Museo di Santa Giulia dove si terrà la presentazione della brochure "Museo e Scuola" che comprende le molteplici attività didattiche previste per l'anno scolastico 2016/2017. Si tratta di uno strumento al servizio di bambini, ragazzi e docenti che punta a favorire esperienze capaci di sviluppare sia competenze storico artistiche sia sociali e trasversali, per accedere alla comprensione della cultura presente e passata.

Dal 27 ottobre prende il via il nuovo corso di storia dell'arte, quest'anno interamente dedicato alla Pinacoteca Tosio Martinengo. Attraverso sei brillanti appuntamenti sarà ripercorsa, dalla nascita, la storia di questa prestigiosa istituzione e saranno resi noti i meccanismi che regolano il suo funzionamento, le nuove scoperte e le attribuzioni spesso avvenute in seguito a interventi di restauro e nuovi studi. La conclusione sarà dedicata al museo futuro, ai nuovi criteri di musealizzazione, alle innovative postazioni multimediali e agli altri accorgimenti che metteranno la nuova Pinacoteca al passo con i migliori musei europei.

Si prosegue con la rassegna "Romanino. Incontri e sguardi" dedicata a uno degli artisti più amati della scuola bresciana. La rassegna, aperta in primavera con la lettura di alcune poesie tratte dalla raccolta di Franca Grisoni "Croce d'Amore / Crus d'Amur", comprende tre incontri legati agli studi di storia dell'arte (6, 13 e 20 ottobre).

Un'attenzione particolare sarà riservata all'intercultura, tema sviluppato grazie a nuovi progetti dedicati sia al mondo scolastico sia alle comunità degli immigrati presenti a Brescia, attraverso il nuovo corso di formazione per mediatori storico-artistici promosso da Fondazione Brescia Musei e Associazione Amici del Fai in collaborazione con il Fai – Fondo Ambiente Italiano.

L'obiettivo è formare nuovi mediatori artistico-culturali in grado di guidare, nella lingua madre, le proprie comunità di riferimento alla scoperta della storia, della cultura e dei monumenti bresciani, nella convinzione che la conoscenza del luogo in cui i cittadini vivono e lavorano possa portare a una comprensione reciproca favorendo l'integrazione e stimolando il confronto.

In allegato il programma completo delle iniziative.