Attentato di piazzale Arnaldo

Attentato di piazzale Arnaldo

Venerdì 16 dicembre ricorre il quarantesimo anniversario dell’attentato di piazzale Arnaldo e Casa della Memoria, in collaborazione con i licei Arnaldo, V. Gambara e l’istituto Abba-Ballini, organizza una mattinata di ricordo e di riflessione.

Il 16 dicembre 1976, infatti, sotto il portico all’angolo con via Turati, venne collocata una bomba confezionata in una pentola a pressione che costò la vita a Bianca Daller Gritti e ferì altre dieci persone. Tra queste il brigadiere Giovanni Lai e il carabiniere Carmine Delli Bovi, che tentarono di spostare l’ordigno per limitare i danni.

La commemorazione della strage ha come obiettivo quello di mantenere vivo il ricordo di questo evento tragico, soprattutto tra le generazioni più giovani.

La mattinata inizierà alle 9.30 con la presentazione del libro “Rapsodia familiare in tre tempi. Uno sguardo sulla vita”, una memoria autobiografica di Bianca Daller Gritti messa a disposizione dal figlio Andrea alla Casa della Memoria, che ne ha gestito la pubblicazione. Nel corso della cerimonia, il sindaco Emilio Del Bono conferirà un riconoscimento a Carmine Delli Bovi, a Giovanni Lai e allo stesso Andrea Gritti. Seguirà alle 11.15 un corteo studentesco verso piazzale Arnaldo, dove, alle 11.30, si terrà un omaggio a Bianca e agli altri feriti coinvolti.

 In allegato il programma.