Progetto "Sojido"

Progetto "Sojido"

La Cooperativa "Elefanti volanti" gestirà tre laboratori nelle classi IV e V della scuola primaria Raffaello e nelle classi del primo anno della scuola secondaria di primo grado De Filippo. I laboratori, dedicati al tema del riciclo e della pulizia dei luoghi pubblici, del giardino degli istituti scolastici e del quartiere San Polo, si terranno il 2, il 9 e il 16 maggio. Il 23 maggio, invece, è in programma la festa conclusiva.
Per tutti gli alunni il percorso di conoscenza del progetto Sōjidō partirà dalla narrazione di una storia che parla di una città grigia che migliora con l'aiuto dei bambini e che diventa un centro urbano splendente.
Gli alunni lavoreranno alla creazione di pannelli artistici con materiali di recupero, individueranno immagini che andranno a comporre un grande libro e costruiranno utensili (ramazze) che serviranno a ripulire il giardino della scuola. Con l'aiuto del Consiglio di Quartiere a giugno sarà organizzata una festa che coinvolgerà tutto il quartiere.

L'iniziativa si ispira al "Sōjidō", letteralmente "La via della pulizia", una pratica giapponese che esprime la convinzione secondo la quale la società, le aziende e le persone riescono, attraverso la pulizia, a diventare migliori e a migliorare l'ambiente.
Attraverso l'attenzione e la pulizia dell'ambiente si vuole favorire una presa di coscienza collettiva da parte degli abitanti affinché imparino a considerare il proprio quartiere come un prolungamento di casa propria, un ambiente da tenere pulito per sé stessi e per i propri figli. Si tratta quindi di un modo di vivere in cui i cittadini, pulendo e prendendosi cura del proprio territorio, acquisiscono responsabilità e consapevolezza della vivibilità del quartiere, migliorando anche i rapporti umani.

I volontari e le associazioni definiscono le aree da pulire e preparano gli attrezzi, una volta organizzate le squadre si inizia la pulizia meticolosa delle strade, dei marciapiedi, delle aree verdi e delle grate. Tutto lo sporco derivante dalla pulizia viene differenziato e, a fine giornata, si lavano gli attrezzi.

L'ideatore della pratica del Sōjidō è Hidesaburo Kagiyama, un imprenditore che ha applicato il concetto di "via della pulizia" nella propria azienda come percorso di perfezionamento professionale e filosofia di vita. Nelle imprese e nei quartieri giapponesi la pratica viene svolta ciclicamente con buoni risultati.

Documenti allegati alla pagina