Da Gerusalemme a Brescia

Da Gerusalemme a Brescia
 

Grazie a un progetto scientifico promosso dall’Università di Brescia e dall’Università di Gerusalemme, quattro giovani studentesse palestinesi sono arrivate nella nostra città alcune settimane fa per effettuare uno stage all’Ospedale Civile.

Suzan, Ghaidaa, Dana e Ahlam – questi i nomi delle future donne medico – sono arrivate a Brescia lo scorso 10 luglio. La loro esperienza bresciana proseguirà fino al 14 agosto. Una “vacanza” davvero particolare per le giovani palestinesi, trascorsa tra le corsie del reparto di pediatria e di ginecologia, a imparare e perfezionare le tecniche mediche sotto la guida dei primari prof. Alessandro Plebani e prof. Enrico Sartori.

La collaborazione tra i due ospedali universitari aggiunge un importante tassello allo stretto rapporto che lega Brescia e Betlemme, città palestinese a pochi chilometri da Gerusalemme, con la quale la Leonessa è gemellata dal 2007.

Proprio a Betlemme si era recata, qualche mese fa, una delegazione bresciana (composta da medici ma non solo) con l’obiettivo di compiere un percorso di introduzione e formazione sull’ozonoterapia in Palestina. In tale occasione sono stati gettati i primi semi per un’ulteriore collaborazione, che prevede uno scambio formativo rivolto agli studenti. Durante l’estate l’iniziativa si è concretizzata, ed ecco dunque in città le quattro studentesse, per la verità ormai prossime a concludere questa esperienza.

A Palazzo Loggia l’amministrazione cittadina, rappresentata dal vicesindaco Laura Castelletti e dal consigliere comunale con delega alla sanità Donatella Albini, ha incontrato il gruppo delle studentesse di Gerusalemme e il loro coordinatore prof. Plebani, per un breve e informale resoconto del loro mese trascorso a Brescia e per conoscere eventuali futuri sviluppi di questo progetto.  

Documenti allegati alla pagina