Hiroshima e Nagasaki

Hiroshima e Nagasaki

Il 6 e il 9 agosto 1945 le città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki furono distrutte da due bombe atomiche che provocarono diverse migliaia di vittime, con conseguenze che fanno sentire i propri effetti ancora oggi. Tra le piante sopravvissute ai bombardamenti ci furono un aoghiri (albero del parasole) a Hiroshima e un albero di kaki a Nagasaki, i cui discendenti sono stati trapiantati anche nel cortile del Museo di Santa Giulia a Brescia.
In particolare, per ricordare le insensate atrocità causate dalle armi nucleari, è nato il progetto dell’“Albero del kaki - Rinascita del tempo”, grazie al quale gli alberelli nati dai semi della vecchia pianta di kaki di Nagasaki sono stati distribuiti in tutto il mondo.
Il programma delle commemorazioni in programma sabato 6 agosto comprende, alle 11.30, il ritrovo in bicicletta presso l’ex polveriera di Mompiano e la salita a piedi al rifugio dei Gnari de Mompià dove è stato piantumato un albero di kaki di Nagasaki. A seguire breve commemorazione e pranzo al sacco.
Alle 15 è previsto il trasferimento in bicicletta in via Odorici, con la visita all’albero di kaki di Nagasaki nella scuola primaria Calini e al rifugio antiaereo. Successivamente saranno ricordate le vittime bresciane dei bombardamenti.
Infine alle 16.30 si svolgerà il trasferimento in bicicletta nel cortile del Museo di Santa Giulia dove sono stati piantati l'aoghiri di Hiroshima e il kaki di Nagasaki sopravissuti ai bombardamenti atomici. Sono previsti i saluti delle autorità, la testimonianza del signor Shozo Tanaka di Hiroshima e la presentazione della storia del progetto aoghiri.