Nuovo piano della sosta in città

Nuovo piano della sosta in città
 

L’entrata in esercizio della metropolitana di Brescia ha dato l’avvio a una “rivoluzione” del sistema della mobilità di Brescia, che comporta una politica con un approccio integrato al tema, in grado di considerare tutte le componenti della domanda di mobilità (pubblica e privata) in relazione all’offerta. 
Per questo motivo il tema della sosta è stato inserito in un contesto legato al funzionamento della rete del Trasporto pubblico locale (in particolare alla metropolitana), ai percorsi pedonali oltre che alla rete ciclabile e servizi ad essa collegati (bicimia, ciclostazioni…).
In particolare gli obiettivi individuati sono:

-  Incentivare l'uso dei parcheggi scambiatori della metropolitana con tariffe gratuite (Prealpino, Poliambulanza, Sant'Eufemia-Buffalora) o basse (Casazza) per gli utenti del trasporto pubblico

-  Semplificare la struttura tariffaria dei parcometri e dei parcheggi attraverso:

  • la riduzione a 3 sole tariffe dei parcometri.
  • l'omogeneizzazione delle tariffe dei parcheggi in struttura esterni alle mura venete.

-  Incentivare l'uso dei parcheggi in struttura con il duplice scopo di liberare lo spazio pubblico di superficie dalla sosta lunga e aumentare il tasso di occupazione dei parcheggi in struttura con:

  • maggiore coerenza tra tariffe parcometri e tariffe parcheggi in struttura (riduzione del gap tra costo del parcheggio in struttura e quello su strada);
  • prolungamento fino alle 22 delle fasce orarie a pagamento nei parcometri di alcune zone adiacenti ai parcheggi in struttura di P.le Arnaldo e Fossa Bagni;

In allegato i dettagli e gli obiettivi dell'iniziativa