Termoutilizzatore, un nuovo osservatorio

Termoutilizzatore, un nuovo osservatorio
 

La giunta di Brescia ha costituito un nuovo osservatorio sul termoutilizzatore, in sostituzione di quello scaduto il 31 dicembre 2012 e successivamente prorogato.
L'organismo, che resterà in carica fino al 31 dicembre 2016, permetterà il monitoraggio delle emissioni in atmosfera e dei rifiuti destinati alla combustione.

Ne faranno parte l'assessore all'Ambiente, un consigliere comunale di minoranza, il presidente commissione consiliare ecologia, ambiente, protezione civile del Comune di Brescia, un esperto in materie ambientali indicato dall'assessore all'Ambiente; un esperto di fisica ambientale indicato dall'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, un rappresentante delle organizzazioni sindacali, un esperto in materia giuridico-legale indicato dall'avvocatura dello Stato di Brescia, il responsabile del settore ambiente e protezione civile del Comune o un suo delegato, tre aderenti alle associazione ambientaliste di cui almeno due aderenti della Consulta per l'Ambiente del Comune.
Quando si saranno insediati i Consigli di Quartiere verrà richiesto all'Assemblea dei Presidenti di individuare al proprio interno un rappresentante quale membro dell'osservatorio.