"Giornata del rifugiato"

"Giornata del rifugiato"
 

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata del Rifugiato, istituita nel 2000 come occasione per ricordare la condizione di milioni di persone in tutti i continenti costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti.
In Italia è attivo dal 2001 il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) composto dalla rete degli enti locali che, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale. A Brescia il progetto territoriale di accoglienza "Brescia articolo 2" è attivo dall'1  febbraio 2014, è finanziato dal Ministero dell'Interno ed è realizzato dal Comune di Brescia, ente capofila, e da Associazione Adl a Zavidovici,  Cooperativa K-Pax e  cooperativa Tempo Libero, enti gestori, in collaborazione con lo Sportello Rifugiati della CGIL, la Fondazione Piccini e l'Associazione Psicologi per i Popoli nel Mondo, mettendo a disposizione dello Sprar n. 30 posti di accoglienza, destinati a uomini o nuclei richiedenti asilo o titolari di protezione internazionale. Ai 30 posti ordinari è prevista la possibilità di un ulteriore ampliamento di 10 posti, su richiesta del Ministero. Lo Sprar si è evidenziato nel tempo come la risposta più economica e qualitativamente idonea per lo Stato Italiano per ottemperare agli obblighi internazionali nei confronti dei rifugiati politici e dei richiedenti asilo.

Il progetto offre interventi di accoglienza integrata, che superano la mera distribuzione di vitto e alloggio, per garantire, in modo complementare, diverse misure di accompagnamento sociale e legale e la costruzione di percorsi individuali di inclusione e inserimento socio-economico con l'obiettivo di rinforzare le opportunità di integrazione delle persone.

L'accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati nella nostra città è uno strumento per esprimere la nostra solidarietà a quanti sono stati costretti a lasciare il proprio Paese. Accogliere i migranti forzati ci offre, al tempo stesso, un'opportunità per ribadire la centralità dei diritti umani, nonché un'occasione di sviluppo, arricchimento e crescita per la nostra comunità cittadina.
Per la ricorrenza della Giornata Mondiale del Rifugiato il Comune di Brescia e gli enti aderenti al progetto hanno organizzato una serie di eventi.  Il 20 giugno l'assessore Marco Fenaroli introdurrà lo spettacolo "40 gocce di pioggia".
Saranno appuntamenti importanti di incontro tra la cittadinanza di Brescia con i rifugiati che la nostra città accoglie.