Tag e writing, continua l'azione di contrasto al vandalismo e al degrado urbano

Tag e writing, continua l'azione di contrasto al vandalismo e al degrado urbano
 

L’amministrazione comunale prosegue nell’azione di contrasto al vandalismo per salvaguardare il decoro urbano e i beni della collettività dall’imbrattamento di muri, monumenti, parchi e spazi pubblici. Nel corso degli ultimi mesi, il nucleo giudiziario della Polizia Locale di Brescia ha eseguito sette perquisizioni a carico di altrettanti writer. L’intervento degli agenti non si è limitato al territorio di Brescia ma si è spinto oltre i confini comunali. Sono stati sequestrati materiale informatico e un ingente quantitativo di bombolette spray professionali per realizzare graffiti e sono state denunciate a piede libero sette persone, tre delle quali minorenni e quattro maggiorenni. Le perquisizioni hanno riguardato due crew diverse di graffitari operanti nel nostro territorio e un writer proveniente da un’altra regione, che ha agito da solo a danno della metropolitana.
Uno dei gruppi di writer, denominato “GN13”, ha colpito in modo devastante i muri della città ed è composto da quattro persone, una delle quali maggiorenne e tre minorenni. Ne fanno parte anche altri ragazzi al momento non ancora identificati.
La seconda crew, denominata “Rcv – Recidives”, rappresenta un gruppo attivo in città da oltre 12 anni, che ha imbrattato i muri di numerosi edifici. È opera loro l’enorme tag realizzato sul muro esterno dell’ospedale civile di Brescia la cui riqualificazione era appena terminata. Tra i membri di questo gruppo due sono le persone maggiorenni. 
Inoltre, nel corso di un’operazione nei Comuni di Vercelli e Voghera, è stato perquisito un writer, che si firma “Spid” e che nel maggio scorso ha realizzato alcuni enormi graffiti su uno dei treni della metropolitana di Brescia, fermi all’interno del deposito di via Magnolini. Le indagini hanno portato anche alla denuncia a piede libero di altri tre minorenni per un graffito realizzato nei pressi del Parco Ducos 2.

Documenti allegati alla pagina