"Cento leve per la città", opportunità per i giovani

"Cento leve per la città", opportunità per i giovani
 

Il progetto "100 Leve" prevede l'impiego di giovani competenti per attività socialmente utili, a supporto del settore non-profit, per offrire servizi alla città e ai cittadini. Si tratta di laboratori di cittadinanza solidale, finalizzati a promuovere la partecipazione dei giovani alla vita della comunità, nell'ottica del ripensamento e del miglioramento del welfare, per implementare la qualità dei servizi e rafforzare la rete di strutture e organizzazioni di volontariato e del settore privato impegnate nel sociale.

Il progetto richiede un impegno di venti ore settimanali su diversi temi di primaria importanza che fanno riferimento all'area servizi socio-sanitari, all'area servizi di educazione e formazione, all'area servizi per le attività ricreative e sportive e la cura della persona e all'area segreteria, amministrazione, comunicazione, marketing e contabilità. 

Questo percorso rappresenta un'importante opportunità sia per i giovani, che possono vivere una reale esperienza di formazione e apprendimento al servizio della città, sia per gli enti che hanno la possibilità di incrementare i propri servizi rivolti ai cittadini.

Il Comune di Brescia ha in programma di avviare nel primo anno un modello replicabile su larga scala negli anni successivi. In particolare, si ipotizza di attivare trenta "leve" attraverso il meccanismo di "Dote Comune", organizzato e promosso da Regione Lombardia in collaborazione con Anci Lombardia e Ancitel Lombardia. In questa prima fase, i tirocini di Dote Comune saranno indirizzati preferibilmente a inoccupati e disoccupati tra i 18 e i 35 anni residenti a Brescia.

Per i giovani selezionati sono previsti un contributo mensile di 300 euro e la certificazione delle competenze acquisite secondo il quadro regionale degli standard professionali della Regione Lombardia. Il costo complessivo di una "dote" della durata di 12 mesi è di 4.800 euro.

I giovani saranno collocati presso realtà del Terzo Settore che partecipano al progetto sia finanziariamente sia raccogliendo le esigenze dei propri associati, contribuendo alla formazione on job dei ragazzi e monitorando il processo.

Una volta strutturato il sistema, si prevede di poter replicare il modello aumentando il numero di "doti" previste ogni anno. Condizione essenziale sarà la capacità di attivare efficaci azioni di fundraising, che possano sopperire all'eventuale esaurimento del cofinanziamento regionale.

Le candidature possono essere presentate fino al 20 novembre 2014 nelle seguenti modalità:

  • Inviando la domanda all'indirizzo politichegiovanili@comune.brescia.it

  • Inviando la domanda alla segreteria del Servizio Politiche Giovanili – via Marconi 12 – 25128 Brescia 
    Per informazioni: tel. 030 297 8925


 

Elenco dei candidati ammessi al colloquio