Stop alla violenza sulle donne

Stop alla violenza sulle donne
 

Martedì 25 novembre si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L'associazione culturale Teatro Dioniso organizza, in collaborazione con il Caffè Letterario Primo Piano, i comitati "Piazza di maggio", "One Billion Rising" e "SeNonOraQuando?", una manifestazione non violenta e non politica per trasmettere un sentimento di profonda indignazione di fronte alla violenza costantemente e ripetutamente perpetrata contro le donne. L'iniziativa è fortemente sostenuta dall'assessorato comunale alle Pari opportunità, dalla commissione Pari opportunità del Comune e dalla consigliera di parità provinciale.

Il ritrovo sarà alle 17.30 in piazza Garibaldi. Alle 17.45 il corteo percorrerà corso Garibaldi, corso Mameli e largo Formentone, per poi arrivare in piazza della Loggia.

Dopo il corteo sono in programma diverse iniziative. Alle 18.30, nella sala dei Giudici di palazzo Loggia, sarà presentato il libro "Se chiudi gli occhi" di Tina Mazzella, una storia tutta al femminile. L'autrice converserà con la giornalista Piera Maculotti mentre l'attrice Elena Bettinetti leggerà alcuni brani scelti.

Alle 19.30, la Casa delle Donne aprirà al pubblico la propria sede di via San Faustino 38 per proporre la visione del film "Miss Violence" di Alexandros Avranas, vincitore del Leone d'argento alla mostra del cinema di Venezia nel 2013. Alle 21, un altro attesissimo appuntamento al Caffè Letterario Primo Piano in via Beccaria 10 con la presentazione del libro "Rivoluzioni violate. Primavera laica, voto islamista" della reporter Giuliana Sgrena. Al termine dell'incontro, la Compagnia Playback Theatre Fare e Disfare di Brescia intratterrà i partecipanti con una performance ispirata al tema, a cura di Laura Consolati e Luigi Dotti.

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il settimanale La Grande Testata ha ideato e promosso la campagna collaterale "Un posto occupato" dedicata a tutte le donne vittime di violenza. L'iniziativa intende diffondere ad ampio raggio la locandina per ridare un posto alle donne che sono state private della vita da mariti, amanti, ex fidanzati e sconosciuti.