Aiuti economici e provvidenze a sostegno del reddito

Aiuti economici e provvidenze a sostegno del reddito
Con deliberazione n. 203 del 22/12/2015 il Consiglio Comunale ha approvato il nuovo regolamento per l’erogazione di provvidenze e aiuti economici a sostegno del reddito per le persone e le famiglie in condizione di fragilità sociale.
 
La presente disciplina definisce i criteri di accesso, di gestione e di erogazione delle provvidenze e degli aiuti economici che  il Comune può erogare al fine di prevenire, ridurre o superare lo stato di bisogno economico – finanziario in cui persone singole o nuclei familiari possono trovarsi a causa di insufficienza del reddito e/o di mancanza di altre risorse economiche alternative.

 
Secondo il principio di sussidiarietà,  gli interventi previsti dalla presente disciplina vanno ad integrare il più articolato sistema di provvidenze economiche erogate da altri soggetti pubblici o privati che, a vario titolo, supportano i nuclei familiari o i singoli.

 
Modalità di erogazione
Le modalità di erogazione degli aiuti economici potranno comprendere sia erogazioni in denaro, sia erogazioni di buoni spendibili in negozi convenzionati, sia altre provvidenze economiche (esenzioni, riduzioni, abbuono di morosità, ecc.) a fronte, quando possibile, di attività di utilità sociale da parte dei soggetti interessati, anche nella forma di “voucher per impegno sociale” erogato in accordo con enti non profit accreditati ad integrazione od in sostituzione del contributo economico.

 
Destinatari
Possono beneficiare delle provvidenze e degli aiuti economici i cittadini residenti.
I cittadini stranieri residenti devono essere in possesso di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno in corso di validità.
Per le persone temporaneamente presenti, il Comune può attivare interventi atti a fronteggiare le situazioni di bisogno emergenziale.

 
Condizioni generali di accesso
Le condizioni generali di accesso meglio specificate nella disciplina prevedono:
  1. ISEE, in corso di validità, inferiore o uguale ad €. 4.000,00;
  2. valore ai fini I.M.U. della abitazione di residenza inferiore ad €. 60.000,00;
  3. patrimonio mobiliare, come definito ai fini ISEE, inferiore ad €. 3.000,00;
  4. valore dell'indicatore della situazione patrimoniale, come definito ai fini ISEE, inferiore a euro 8.000;
  5. nel caso di godimento da parte di componenti il Nucleo Familiare di altri trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, il valore complessivo deve essere  inferiore ad €.  500 mensili;
  6. nessun componente il Nucleo Familiare deve essere in possesso di autoveicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la richiesta, ovvero in possesso di autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc, nonché motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati nei tre anni antecedenti;
  7. non titolarità né disponibilità maggioritaria di più di un bene registrabile (articolo 2683 del Codice Civile);
  8. non essere intestatario di più di una utenza elettrica domestica e di gas, di non essere intestatario di utenze non domestiche;
  9. iscrizione aggiornata alle liste di collocamento ed alle agenzie interinali per il lavoro;
  10. la valutazione del servizio sociale competente che accerta lo stato di bisogno ed il rischio di emarginazione  sociale.

 

Presentazione della domanda di aiuto economico

Le domande di ammissione ai contributi economici sottoscritte dal diretto destinatario della prestazione o da chi ne assume gli interessi, sono ricevute  dal servizio sociale competente, che ne rilascia ricevuta, e valutate entro e  non oltre 30 giorni lavorativi dalla presentazione.

 
Aiuto economico continuativo
aiuto economico rivolto a persone sole o nuclei familiari residenti in cui tutti i componenti non siano in grado di sostenere un’attività lavorativa e siano privi delle risorse economiche sufficienti a garantire il soddisfacimento dei bisogni primari, che può essere erogato per un periodo massimo di dodici mesi ed è corrisposto di norma mensilmente

 
Aiuto economico temporaneo
aiuto economico che può essere erogato, sussistendone le condizioni,  nell’ambito di un progetto di assistenza a sostegno di fragilità personali e familiari, finalizzato al contenimento dell’emarginazione e orientato al recupero della piena autonomia economica della persona e della famiglia, e che prevede obiettivi raggiungibili nel breve periodo, facendo leva sulle potenzialità di tutti i componenti il nucleo familiare che siano in grado di sostenere un’attività lavorativa ad integrazione anche parziale del reddito familiare esistente

 
Voucher per impegno sociale
corrispettivo erogato tramite voucher INPS o altra forma similare, a seguito di prestazione di attività sociale

 
Aiuto economico ad integrazione del canone di locazione
aiuto economico a favore di persone e nuclei famigliari ad elevata fragilità in carico al servizio sociale a fronte di una spesa di locazione non sostenibile dal reddito familiare

 
Aiuto economico straordinario
aiuto economico  a favore di persone o nuclei familiari con reddito insufficiente per far fronte a necessità di carattere eccezionale e indifferibile, a soddisfacimento di bisogni primari.

 
Aiuto economico con impegno alla restituzione
aiuto economico  a favore di persone  o nuclei familiari in condizioni di bisogno economico accertate per esigenze straordinarie connesse al soddisfacimento dei bisogni primari, determinato in rapporto alla condizione di bisogno, alle spese da sostenere e alle capacità effettive di restituzione del nucleo familiare

 
Progetto di inclusione sociale e finanziaria (microcredito)
progetto desti-nato a persone fisiche che si trovino in condizioni di particolare vulnerabilità economica o sociale, con erogazione di prestito ed obbligo di restituzione, mediante progetto personalizzato.

Il modulo per la domanda degli aiuti economici può essere compilato direttamente dal PC scaricandolo sul proprio desktop.