Classificazione sismica del territorio comunale

Classificazione sismica del territorio comunale
​​​ Con la D.G.R. 11 luglio 2014 n°2129 la Giunta Regionale ha provveduto all’aggiornamento delle zone sismiche in Regione Lombardia (L.R. 1/2000 art.3 comma 8 lett.D).

La nuova classificazione sismica dei comuni lombardi prevede: alla zona 2 (media sismicità) appartengono 57 Comuni, alla zona 3 (bassa sismicità) 1025 Comuni, alla zona 4 (bassissima sismicità) 445 Comuni.

Il territorio del Comune di Brescia risulta attualmente classificato nella zona 2.

La Giunta regionale ha approvato con la D.G.R. 30 marzo 2016 n.X/5001 le linee di indirizzo e coordinamento per l’esercizio delle funzioni trasferite ai comuni in materia sismica, ai sensi degli artt. 3, comma 1, e 13, comma  1, della L.R. 33/2015.

In particolare, la L.R. n. 33/2015 aggiorna la normativa sulle costruzioni in zona sismica adeguandola al D.P.R.  6 giugno 2001, n. 380 (Testo Unico in materia edilizia).

Le novità introdotte dalla L.R. n. 33/2015 e dalla D.G.R. 5001/2016 sono:
  • ​trasferimento ai comuni delle competenze in materia di opere o costruzioni e vigilanza in zone sismiche, per le opere ricadenti sul loro territorio;
  • per i comuni in zona sismica 2 (alta sismicità): obbligo dell’autorizzazione preventiva all’avvio dei lavori; 
  • per i comuni in zona 3 e 4 (sismicità bassa e molto bassa): obbligo del deposito della documentazione relativa al progetto prima dell’avvio dei lavori;
  • attività di controllo sistematico degli interventi relativi a opere o edifici pubblici o, in genere, edifici destinati a servizi pubblici essenziali, ovvero progetti relativi ad opere comunque di particolare rilevanza sociale o destinate allo svolgimento di attività, che possono risultare, in caso di evento sismico, pericolose per la collettività;
  • attività di controllo su tutti gli altri tipi di edifici in tutte le  zone sismiche.

Documenti allegati alla pagina