Commercio al dettaglio in sede fissa medie strutture di vendita

Commercio al dettaglio in sede fissa medie strutture di vendita
 

​​​​​​Descrizione dell'attività
Le medie strutture di vendita hanno una superficie di vendita compresa fra i 251 mq e i 2500 mq


Requisiti per l'esercizio dell'attività
Per svolgere attività nel settore alimentare è necessario che l’esercente sia in possesso di specifici requisiti professionali ​e morali.

per svolgere attività nel settore non alimentare è necessario che l'esercente sia in possesso dei requisiti morali.

Modalità di esercizio
Domande e comunicazioni 
L'apertura, l'ampliamento e il trasferimento sono subordinati all'ottenimento dell'autorizzazione da richiedersi preventivamente con la presentazione di apposita istanza.  
per gli allegati alla richiesta vedere il modello sotto pubblicato.

Apertura, trasferimento o ampliamento dell'attività
Verificare, prima di presentare l'istanza, la compatibilità del nuovo insediamento o la variazione dello stesso con il vigente PGT e relativa destinazione d'uso del locale.
per la documentazione da allegare alla richiesta, vedere il modello sotto pubblicato.

Variazione dell'attività
Documentazione da presentare per il subingresso, la sospensione, la ripresa, il cambiamento della ragione sociale dell'attività. 
 Esercizi di commercio al dettaglio medie strutture di vendita - comunicazione
Allegati in caso di subingresso:

  • in caso di cessione dell’attività è necessario allegare copia dell’atto notarile registrato o in alternativa la dichiarazione di stipula rilasciata dal notaio;
  • scheda 2 requisiti morali e professionali per commercio di alimenti e bevande (deve essere compilata una scheda per ogni amministratore o socio con poteri di rappresentanza) firmata digitalmente da ciascuno oppure da altro soggetto con procura scia alla firma (modello sul nostro sito);
  • riconsegna originale della licenza del cedente previo appuntamento on-line (se posseduto);
  • ricevuta di pagamento diritti sanitari all'ATS (solo per subingressi per alimentari);
  • copia documentazione del requisito professionale (solo per commercio di alimentari).
  •  

Cessazione dell'attività 
Nel caso in cui il titolare fosse in possesso di un originale di licenza, la stessa deve essere riconsegnata agli sportelli SUAP, previo appuntamento.

Informazioni sull'istanza
Dove si presenta: allo sportello telematico SUAP
Iter del procedimento: l'esercizio dell'attività è consentito:

  •  in caso di presentazione di richiesta/domanda dopo l'espletamento delle pratiche e il conseguente rilascio dell'autorizzazionel’avvenuta presentazione della documentazione;
  • in caso di presentazione di comunicazione dopo l'avvenuta presentazione della documentazione.

Nel caso in cui l’esercizio abbia una superficie totale lorda, comprensiva di servizi e depositi (es. magazzini ecc.) superiore a 400 mq , fare attenzione in quanto sono previsti degli adempimenti/dichiarazioni relativi alla Prevenzione Incendi per i Vigili del Fuoco (VV.F.)

Normativa di riferimento
- DGR X/1193 del 20.12.2013.

- Legge n. 222/2016.

- Decreto legislativo 31-3-1998, n. 114 - Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59.
- Legge regionale (Regione Lombardia) 2-2-2010, n. 6 - Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere.
- Deliberazione della Giunta Regionale (Regione Lombardia) 28-10-2009, n. 8/10398 - Modalità di concessione della proroga relativamente alle autorizzazioni in materia di commercio non attivate ai sensi dell’art. 5 bis della Legge Regionale 23 luglio 1999 n° 14.
- Decreto del Direttore Generale (Regione Lombardia) 7-2-2008, n. 970 - Indicazioni relative ai criteri e ai parametri di valutazione della compatibilità e della sostenibilità ai sensi della Deliberazione Giunta Regionale n° VIII/5054.
- Deliberazione della Giunta Regionale (Regione Lombardia) 5-12-2007, n. 8/6024 - Medie strutture di vendita – Disposizioni attuative del Programma Triennale per lo Sviluppo del Settore commerciale 2006 – 2008
- Deliberazione della Giunta Regionale (Regione Lombardia) 21-11-2007, n. 8/5913 - Criteri urbanistici per l’attività di pianificazione e di gestione degli enti locali in materia commerciale (art. 3, comma 3 Legge Regionale 14/99).
- Deliberazione del Consiglio Regionale (Regione Lombardia) 20-11-2007, n. 8/466 - Definizione degli obiettivi di presenza e di sviluppo delle aree mercatali nel triennio 2007-2009 ai sensi dell’articolo 4, comma 3, della Legge Regionale 21 marzo 2000 n° 15.
- Deliberazione della Giunta Regionale (Regione Lombardia) 4-7-2007, n. 8/5054 - Modalità applicative del Programma Triennale per lo sviluppo del settore commerciale 2006-2008.
- Deliberazione del Consiglio Regionale (Regione Lombardia) 13-3-2007, n. 8/352 - Indirizzi generali per la programmazione urbanistica del settore commerciale ai sensi dell'art. 3, comma 1, della Legge Regionale 23 luglio 1999 n° 14.
- Regolamento comunitario 29-4-2004, n. 852/2004 - Regolamento comunitario sull'igiene dei prodotti alimentari.
- Regolamento Regionale (Regione Lombardia) 21-7-2000, n. 3 - Regolamento di attuazione della legge regionale 23 luglio 1999 n. 14 per il settore del commercio.
- Parere ministeriale (Ministero delle attività produttive) 26-4-2000, n. 504891 - Quesito Legge 114/98 - ampliamento merceologico al settore non alimentare per le medie strutture che vendono il settore alimentare , per effetto del disposto dell 'art. 57 D.M. 375 del 04.08.88.
Nota ministeriale (Ministero delle attività produttive) 13-10-1999, n. 23048
Decreto legislativo 31.3.1998, n. 114 - Superficie di vendita. Chiarimenti sulla definizione della superficie di vendita di un esercizio commerciale
- Legge regionale (Regione Lombardia) 23-7-1999, n. 14 - Norme in materia di commercio in attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114 "Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell’art. 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59"