Somministrazione temporanea di alimenti e bevande su suolo privato

Somministrazione temporanea di alimenti e bevande su suolo privato
 

​​​​

Somministrazione temporanea su suolo privato

Per somministrazione temporanea di alimenti e bevande su suolo privato si intende la distribuzione di alimenti e bevande per il consumo sul posto,  effettuata in locali chiusi e/o aree aperte a tal fine attrezzati per una durata temporale limitata.

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Per svolgere l'attività è necessario presentare Segnalazione certificata di inizio attività per esercizi di somministrazione temporanea di alimenti e bevande al SUAP come previsto dall'articolo 72, comma 1 della Legge Regionale 02/02/2010, n. 6.

Requisiti soggettivi:

Per svolgere l’attività è necessario possedere i requisiti previsti dalla normativa antimafia e i requisiti morali.

Per somministrare temporaneamente alimenti e bevande  non è necessario soddisfare i requisiti soggettivi professionali (articolo 41 del Decreto Legge 09/02/2012, n. 5​).

Requisiti oggettivi:

Devono essere rispettate le norme e le prescrizioni specifiche dell’attività, per esempio quelle in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria.

Per esercitare l'attività è inoltre necessario rispettare i requisiti dettati dalla normativa vigente in merito all'igiene dei prodotti stoccati, prodotti e venduti.

MODALITA’ D’INVIO DOCUMENTAZIONE

La Scia deve essere inviata almeno 10 giorni prima dell'evento esclusivamente in forma telematica tramite il Portale camerale 

​I documenti da presentare, compresi gli allegati, dovranno essere tutti firmati digitalmente dal titolare dell’attività o dal soggetto preposto a presentare la documentazione; in quest’ultimo caso il titolare dovrà presentare procura del potere di firma, cosi’ come tutti i soggetti in qualità di soci o amministratori di società, associazioni e organismi collettivi.

 
Normativa di riferimento:

Azienda Sanitaria Locale Brescia
Requisiti igienico sanitari per la preparazione, la somministrazione, la vendita e/o il trasporto di generi alimentari e bevande durante le manifestazioni temporanee. 
Regione Lombardia
Comunicazioni in materia di somministrazione di alimenti e bevande, commercio all'ingrosso e commercio su aree pubbliche. 
Approvazione del documento "linee guida per l'applicazione delle sanzioni di cui all'art. 6 del d.lgs. 193/2007 e per l'interpretazione di alcuni requisiti di cui agli allegati ai regolamenti (CE) nn. 852/2004" 
Ministero delle attività produttive
Risoluzione ministeriale sulla somministrazione in occasione di manifestazioni a carattere religioso, politico e benefico. 
Stato Italiano
Codice del Terzo settore, a norma dell'articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106. 
Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo. 
Ministero dello sviluppo economico
D.L. 13 settembre 2012, n. 158, convertito con legge 8 novembre 2012, n. 189 – Art. 7, comma 3-bis – Divieto di vendita di bevande alcoliche ai minori – Interpretazione della norma. 
Ministero dell'interno
Regolamento concernente i criteri di sorvegliabilita' dei locali adibiti a pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande. 
Corte costituzionale
Legittima la SCIA per la somministrazione temporanea. 

Documenti allegati alla pagina