Giovanna Sorbi

Giovanna Sorbi
Giovanna Sorbi
​​​Direttrice d'orchestra, pianista e compositrice

Giovanna Sorbi inizia lo studio del pianoforte e si diploma presso il Conservatorio di Brescia nel 1980. Prosegue lo studio di organo e composizione organistica (diploma all’Accademia musicale pescarese nel 1981), composizione e musica corale, diplomandosi in direzione di coro al Conservatorio di Bologna nel 1984. Conclusi gli studi musicali (Diploma di pianoforte e composizione) si è poi perfezionata con Adone Zecchi per la direzione di coro e con Michele Marvulli per la musica da camera; ha collaborato alle stagioni liriche ufficiali del Circuito Lirico Lombardo (Brescia, Bergamo, Pavia, Cremona, Como) nel 1990, 1991 e 1992. 
Nel 1990 vince il Concorso Internazionale di Treviso e partecipa all'allestimento de “Le Nozze di Figaro” di Mozart collaborando con Peter Maag. Ha vinto vari concorsi nazionali a cattedre fra i quali la cattedra di Teoria e percezione musicale al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, dove insegna dal 1996. 
Nel corso della sua attività artistica ha diretto importanti prime operistiche in tempi moderni, quali l'oratorio di Benedetto Marcello (1686-1739) Joaz, azione sacra in due parti, eseguito l'unica volta a Vienna nell'anno 1726, su libretto di Apostolo Zeno. Ha registrato per le reti Mediaset il Concerto di Capodanno edizione 2004 trasmesso da Retequattro nel 2005 e nello stesso anno ha trascritto e adattato l'opera di Giuseppe Verdi “La Traviata” per organico orchestrale ridotto, dirigendo l'allestimento completo per l'inaugurazione del Teatro Sociale di Montichiari. 
Come compositrice ha scritto le musiche di scena dello spettacolo “Faust” di Edoardo Sanguineti messo in scena dal Teatro Stabile la Loggetta di Brescia nella stagione 1984. 
Considerata un talento innovatore nell’ambito delle istituzioni musicali, ha fondato nel 1987 il Coro Lirico Città di Brescia, con il quale ha tenuto una ricca attività concertistica in Italia e all'estero (oltre duecento le esibizioni) fino al 1999, anno nel quale si è dedicata completamente alla direzione d'orchestra. Con il marito Massimo Cortesi, giornalista, ha dato vita all’Associazione Culturale Sinergica, che dal 2000 ha organizzato il Festival di musica sacra di Brescia (dieci edizioni e 104 concerti) e poi la rassegna Opera d’estate, allestimenti operistici a favore della Fondazione Nikolajewka di Brescia e, dal 2003, il Concerto di Capodanno al Teatro Grande di Brescia, a favore del Centro per la sclerosi multipla degli Spedali Civili di Brescia prima e della Fondazione Nikolajewka poi.
Ha organizzato e diretto in allestimento completo Aida, Barbiere di Siviglia, Tosca, Trovatore, La Traviata, Bohème, L’Elisir d’amore, Il paese dei campanelli, La serva padrona in location come il Chiostro di San Salvatore a Brescia, la piazzetta di Cisano del Garda, il Castello di Padernello, Piazza della Loggia e la Cattedrale di Strasburgo. Ha inaugurato la stagione ufficiale de “Il Vittoriale” di Gardone Riviera nel 2001 dirigendo la Messa da requiem di Giuseppe Verdi e nel 2002 la Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven. 
Nell'estate 2003 ha diretto a Brescia, in Piazza della Loggia, Il paese dei campanelli di Lombardo e Ranzato nella versione per grande orchestra (prima esecuzione assoluta in Italia). 
Ha diretto fin dalla fondazione la Brixia Symphony Orchestra, organismo sinfonico con il quale ha operato principalmente in Lombardia e in Italia. Nel 2002 ha creato l’Associazione Culturale Brixia Symphony Orchestra, che ha inglobato l’Associazione Sinergica. 
Nell'ottobre 2009 ha partecipato alla Notte internazionale della cultura di Brescia con l'evento LightMozart in contemporanea con Parigi e altre capitali europee. Ha dato vita al Festival Suoni e sapori del Garda che nel 2017 è giunto alla nona edizione e ha prodotto una ventina di concerti in dodici Comuni del Lago di Garda. D'intesa con gli eredi del grande tenore italiano Giacinto Prandelli, scomparso nel 2010, ha dato vita nel 2011 al Concorso Lirico Internazionale Giacinto Prandelli, la cui finale si è tenuta ogni anno in febbraio al Teatro Grande di Brescia ed a cui ogni anno hanno partecipato circa cento giovani cantanti lirici di tutto il mondo. 
Nel 2007 il Rotary Club Vittoria Alata di Brescia le ha conferito l'onorificenza “Paul Harris” per il suo impegno a favore del sociale. 

Documenti allegati alla pagina