Certificati online da casa

Certificati online da casa

Il Ministero dell’Interno ha formalmente autorizzato il Comune di Brescia, tramite il protocollo, alla sperimentazione del sistema tecnologico Timbro Digitale 2D Plus per l’accesso ai servizi anagrafici e acquisizione dei certificati con piena validità legale direttamente da casa via web.

Il servizio è attivo in via sperimentale per la durata di un anno a partire dal 1° marzo 2011.

Per i cittadini residenti il servizio di rilascio di certificazioni online (fruibile solo mediante CRS - Carta Regionale dei Servizi) consente di stampare da casa i seguenti certificati:

Certificati di stato civile

  • nascita
  • matrimonio
  • morte

I certificati di nascita, di matrimonio e di morte possono essere richiesti solo se l’atto di stato civile è registrato nei registri di stato civile del Comune di Brescia. In tutti gli altri casi è necessario rivolgersi al Comune dove è registrato l’atto.
Il certificato di morte può essere richiesto solo dai familiari anagraficamente coabitanti con la persona deceduta.
I certificati di stato civile (certificato di nascita, di matrimonio e di morte) sono sempre esenti dal pagamento dell’imposta di bollo e quindi sono automaticamente rilasciati dal programma in carta semplice.

Certificati anagrafici

  • residenza
  • stato di famiglia

N.B. : dal 1° gennaio 2012, entra in vigore la Legge n. 183/2011 che prevede, all’art. 15, il rilascio dei certificati da parte della Pubblica Amministrazione unicamente per la produzione degli stessi a soggetti privati. Sui certificati verrà apposta, a pena di nullità, la dicitura “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”.

 

I certificati di residenza e di stato di famiglia possono essere richiesti sia in bollo che in carta semplice, a seconda dell’uso a cui sono destinati.
L’elenco di cui al D.P.R. n. 642/1972 riporta i casi in cui i certificati sono esenti dal bollo. Tale elenco va coordinato con la recente normativa sopra riportata secondo cui i certificati non vanno prodotti alle Pubbliche Amministrazioni o ai privati gestori di pubblici servizi.

 

Per i casi non compresi nell’elenco, il certificato dovrà essere richiesto in bollo e regolarizzato, dopo la stampa, con l’apposizione di una marca da bollo da € 16 che rechi data di emissione antecedente o contemporanea a quella del certificato (non successiva).

Il mancato pagamento dell’imposta di bollo, quando dovuta per legge, da’ luogo al pagamento, da parte del trasgressore, dell’imposta di bollo evasa e di eventuali sanzioni amministrative (art. 22 del d.p.r. 26 ottobre 1972, n. 642 e successive modificazioni ed integrazioni).

Nel caso in cui la stampa del certificato non fosse possibile, il cittadino è inviato a recarsi presso gli Uffici del Settore Servizi Demografici o presso le sedi delle anagrafi decentrate.

Accedi al servizio di rilascio certificazioni online da casa

Documenti allegati alla pagina