fondo antico

fondo antico
fondoantico

I FONDI SPECIALI

Fondo Clemente Di Rosa
Comprende 129 volumi miscellanei di materiale antico, manoscritto e a stampa, dei secoli XV-XIX, riguardante perlopiù la storia locale civile e religiosa.
Il fondo, contrassegnato dalla collocazione “Di Rosa…” seguita dal numero d’ordine di ciascuna unità, è descritto nel catalogo generale dei manoscritti della Biblioteca ed in una pubblicazione specifica (A. Valentini, I manoscritti della collezione Di Rosa, Brescia, Apollonio, 1890).

Fondo Luigi Fè d’Ostiani
Comprende 130 volumi miscellanei di materiale antico, perlopiù manoscritto, dei secoli XV-XIX. Contiene documenti riguardanti la storia locale civile e religiosa, carteggi, atti pubblici.
Il fondo, contrassegnato dalla collocazione “Fè…” seguita dal numero d’ordine di ciascuna unità,  è descritto nel catalogo generale dei manoscritti della Biblioteca. Esiste il registro topografico; è attualmente in corso un’operazione di ricatalogazione analitica del fondo. Consulta il catalogo del fondo.

Fondo Paolo Guerrini
È costituito dalla raccolta delle carte possedute da Paolo Guerrini e, pertanto, comprende molti appunti del raccoglitore e materiale acqusito per i suoi studi di storia religiosa e civile, con particolare attenzione per la realtà bresciana.
Il fondo, contrassegnato dalla collocazione “Ms. P…/Q…/R…” seguita dal numero d’ordine di ciascuna unità,  è descritto nel catalogo elettronico della Biblioteca.

Fondo Federico Odorici
Comprende 242 volumi dedicati, principalmente, alla storia di Brescia. Il materiale è interamente manoscritto; una sezione importante, il Codice Diplomatico Bresciano, è depositata presso l’Archivio Storico Civico.
Il fondo, contrassegnato dalla colocazione “Ms. N…/O…” seguita dal numero d’ordine di ciascuna unità, è descritto nel catalogo generale dei manoscritti della Biblioteca ed in una pubblicazione specifica (R. Zilioli Faden, Catalogo inventariale dei manoscritti della raccolta Odorici, Brescia, Comune di Brescia, 1988).
 
Fondo Alessandro Sina
È costituito da un complesso di opere a stampa, appunti manoscritti, lettere e documenti antichi.
Non è consultabile in quanto non inventariato e in attesa di restauro.

Biblioteca del Risorgimento
È costituita da materiale a stampa dedicato ala storia risorgimentale italiana. Comprende oltre 9.300 fra volumi e opuscoli.
Il fondo, contrassegnato dalla collocazione “BR…” seguita dal numero d’ordine di ciascuna unità,  è descritto nel catalogo generale della Biblioteca.

Biblioteca Militare
Comprende circa 1200 volumi di argomento militare, stampati nei secoli XIX-XX.
Il fondo, contrassegnato dalla collocazione “BM….” Seguita dal numero d’ordine di ciascuna unità, è descritto nel catalogo generale della Biblioteca.

Oltre ai Fondi Speciali, la Biblioteca conserva numerose collezioni di provenienza privata, acquisite soprattutto nel corso del XIX secolo e fuse nel patrimonio generale librario e documentario. L’insieme di tali collezioni, che non sono state identificate come fondi autonomi, è costituito dai legati: Fabio Lenghi, Diogene Valotti, Giuseppe e Fausto Ducos, Germano Jacopo Gussago, Giuseppe Ragazzoni, Giacomo Apollonio, Camillo Brozzoni, Muzio Calini, Luigi Carboni, Paolo Chimeri, Pietro Da Ponte, Antonio Frigerio, Luigi Lechi, Giovita Scalvini, Francesco Leopardo Martinengo, ecc.

L'archivio della Biblioteca
È suddiviso in due sezioni: storica e corrente. Raccoglie soprattutto materiale cartaceo inerente la vita amministrativa della Biblioteca Queriniana: registri di protocollo, corrispondenza relativa ad acquisti librari, scambi, informazioni bibliografiche, rendiconti economici, affari generali ed altro, in un arco temporale che va dalla fine del XVIII secolo ai giorni nostri. In allegato è possibile consultare l'inventario dell'Archivio Storico.