Vitalba

Vitalba
vitalba
TemiDescrizioni
FamigliaRanunculaceae
Nome scientificoClelmatis vitalba
Identificazione

Pianta lianosa (una delle poche delle nostre regioni), con fusti volubili legnosi e flessuosi, lunghi molti metri. Foglie opposte, pennatosette, a segmenti impari, ovati ed acuminati. 

Crescita e longevitàCrescita e longevità: Una pianta che vive 30-50 anni.
LegnoMolto duro; si utilizzava per la produzione di pipe e bocchini.
Ecologia

Cresce in boschi di caducifoglie, siepi, a margine di boschi umidi su versanti ombrosi, suoli umidi ma sufficientemente drenati, ricchi di nutrienti e di basi, spesso calcarei. Se ha disponibilità di nutrienti è in grado di rivestire rapidamente interi alberi o gruppi arborei, causandone la morte per eccesso di ombreggiamento o per rottura dei rami per carico meccanico.

FioriBianco-giallicci, riuniti in pannocchie. Fiorisce a maggio-luglio.
FruttiSono acheni fusiformi con reste piumose.
Propagazione
Interesse

La pianta contiene un alcaloide (anemonina), alcuni glucosidi, una canfora e diversi acidi organici. Se ne sconsiglia l'uso interno perché provoca infiammazioni delle vie digerenti ed urinarie ed emolisi.

DistribuzionePresente in tutta l'Italia, dalla pianura alle Alpi, fino a 1500 m di quota.
Impieghi

Sedativa e, per uso esterno, rivulsiva; è utilizzata anche nelIe ulcere ed altre affezioni cutanee.

CuriositàLe foglie secche erano fumate a scopo voluttuario.

Ritorna all'elenco delle specie arbustive

Documenti allegati alla pagina