Rovo comune

Rovo comune
rovo 
​Temi​
Descrizioni​​
​Famiglia
Rosàceae
​Nome scientifico​
Rubus ulmifolius Schott
​Identificazione
Ha fusti arcuato-ricadenti con giovani polloni ricoperti di pruina (sostanza cerosa come quella che copre la buccia degli acini d'uva), scanalati e ornati di spine dritte o adunche sulle coste, spesso venati di rosso-violaceo; alto mediamente 1-2 metri.
​Ecologia
Forma fitte coperture che soffocano l'altra vegetazione; pianta invadente tipica dei luoghi con elevato intervento antropico, ciò nonostante crea habitat utili alla fauna laddove cemento e rifiuti occupano gli ultimi lembi incolti. Specie abbondante nelle boscaglie degradate, negli incolti, lungo scarpate, siepi e fossi, comune nelle vegetazioni ruderali.
​Fiori
In pannocchie con asse spinoso, sepali bianco-tomentosi e corolla rosea; fiorisce da maggio a luglio.
​Frutti
Il frutto (la mora) è composto da numerose drupeole, sferico, nero-bluastro, compatto e lucido, commestibile, con sapore dolciastro quando è maturo.
​Impieghi
I frutti dei rovi, le more, sono largamente conosciuti ed apprezzati per il consumo sia fresco, sia sottoforma di marmellate, gelatine e sciroppi. Durante la raccolta si faccia uso di guanti e occorre attenzione nel togliere cimici od altri insetti che spesso ospitano.

Ritorna all'elenco delle specie arbustive


Documenti allegati alla pagina