Coronilla

Coronilla
coronilla 
​​​Temi​
Descrizioni​​
​Famiglia​
Fagaceae
​Nome scientifico
Coronilla emerus 
​Identificazione​​​
​​Arbusto cespuglioso, alto 1-3 m, fusto eretto, a rami angolosi, quasi glabri, foglie alterne, composte, imparipennate a 2-4 paia di foglioline obovate, di un verde gaio, a stipole libere.
​Ecologia
Cresce sulle pendici rocciose calde e aride, in genere calcaree, nei boschi radi di querce, su suoli umiferi, poco profondi, solitamente ricchi in basi e spesso calcarei.
​Fiori
Papilionacei a corolla gialla, lungamente peduncolati, in gruppi di 2 o 3 in genere; fioritura in febbraio-giugno.
​Frutti
Legumi cilindrici, allungati, articolati (6-10 "logge") pendenti, striati, contenenti da cinque a una decina di semi (uno per loggia); fruttificazione a settembre.
​Propagazione
Si moltiplica per seme.
​Interesse
Adatta per cespugli, siepi e sottobosco.
​Distribuzione
In Italia è presente in tutto il territorio, esclusa la Sardegna.
​Curiosità
Particolare meccanismo di impollinazione: la carena del fiore è appuntita e chiusa, fatta eccezione per una piccola apertura apicale; gli stami accumulano il polline adesivo all’estremità del “becco”; quando un insetto si appoggia sulle ali innesca un meccanismo a leva che comprime la carena verso il basso e fa fuoriuscire il polline dall’apertura apicale. I filamenti staminali agiscono come i pistoni di una pompa, spingendo il polline in avanti e ritraendosi dopo l’erogazione.


Ritorna all'elenco delle specie arbustive


Documenti allegati alla pagina