Cercis

Cercis
cercis_fiorito
TemiDescrizioni
FamigliaLeguminosae
Nome scientificoCercis siliquastrum
Identificazione

Albero che eccezionalmente raggiunge i 10--12 m di altezza, piu' spesso arbusto con rami flessuosi e lisci, che si dipartono fin dalla base del fusto. Foglie arrotondate, cuoriformi alla base, piuttosto consistenti e a margine intero, di colore verde scuro superiormente, hanno la pagina inferiore glaucescenti.

Crescita e longevità
LegnoGeneralmente molto tortuoso.
EcologiaPredilige le forre e le balze calcare e solatie.
Fiori

Compaiono a partire da marzo, prima della emissione delle foglie, spuntano direttamente dai rami e anche dal tronco (caulifloria); sono ermafroditi e la loro corolla ha la struttura tipica delle leguminose, formata da cinque petali, uno superiore, isolato (il vessillo), due laterali (le ali) e due inferiori, saldati parzialmente a costituire la cosiddetta carena, che racchiude dieci stami e un pistillo con stilo filiforme e arcuato. Vessillo e ali sono piu' corti della carena.

Frutti

Baccelli penduli, membranacei, prima verdi e poi bruno-rossastri, lunghi circa 10 cm. Persistono a lungo sui rami, anche dopo la caduta delle foglie; contengono 10-14 semi.

Propagazione
Interesse

E' uno degli alberi ornamentali piu' coltivati nei parchi e nei giardini, ed e' anche impiegato per alberature stradali. Particolarmente apprezzabile allorche' la primavera fa esplodere ciuffi di fiori roseo-porporini.

Distribuzione

In Italia si e' naturalizzato in alcune zone, tra cui i Colli Euganei, in prossimita' del lago di Garda, e alcune aree della Maremma e della Puglia.

ImpieghiSi usa per lavori di intarsio, tornio e stipetteria.
Curiosità

Sotto i suoi rami Giuda avrebbe dato il fatidico bacio e agli stessi rami si sarebbe poi impiccato (leggenda a cui si collega uno dei suoi nomi comuni). Forse tale nome deriverebbe da ''albero di Giudea'' in riferimento alla zona in cui questa specie ha uno dei suoi centri di diffusione. Gli spagnoli lo chiamano anche ''albero d'amore''.

Ritorna all'elenco delle specie arboree

Documenti allegati alla pagina