Betulla

Betulla
betulla 

Temi​​​​​
Descrizioni
Famiglia
Betulaceae
Nome scienti​fico​
Betula pendula
Identificazione​​
Albero alto fino a 20-25 m, fusto eretto e chioma elegante e leggera; corteccia bruna nelle piantine, diventa poi liscia e biancastra a macchie nere e si sfalda in sottili strisce trasversali. E' ricca di resina che la rende imputrescibile. Foglie caduche, sottili e lucide, di color verde smeraldo sopra e verde pallido sotto, a forma triangolare con base arrotondata.
Crescita e longevità
Cresce rapidamente e la sua vita oltrepassa di poco il secolo.
Legno
Chiaro, tenero ed elastico ma poco durevole
Ecologia
Forma boschi di sole betulle, piu' frequentemente vive in piccoli gruppi consociata con il pino silvestre o con altre latifoglie. Specie nordica, si adatta ai climi freddi e continentali; ama la luce piena e preferisce i terreni sciolti ma colonizza rapidamente anche i terreni poco fertili, ciottolosi, sabbiosi.
Fiori
Raccolti in amenti, i maschili bruni purpurei, compaiono con le foglie; i femminili, di color verde chiaro, si schiudono in aprile.
Frutti
Infruttescenze pendule, rimangono sull'albero fino all'inverno, poi vengono dispersi dal vento.
Interesse
La corteccia è ricca di tannini. Usata come repellente per gli insetti. E' utilizzata nell' artigianato lappone per fare mantelli, gambali e coperture per i tetti e dagli indiani del nord America per costruire canoe. Nonostante il suo aspetto delicato risulta essere uno degli alberi piu' resistenti del mondo.
Distribuzione
In Italia si trova nelle brughiere, nelle Prealpi e sulle Alpi quasi fino al limite della vegetazione arborea.
Impieghi
Viene impiegata per compensati, piccoli oggetti, cellulosa e per conciare. Pregiato come combustibile. La linfa ha proprietà depurative e diuretiche di utilizzata come dolcificante e fermentata per ottenere bevande alcoliche.
Curiosità
E' apparsa sulla terra sin dall'era terziaria o cenozoica; era considerato un albero sacro presso i Celti e le tribu' germaniche. In Scandinavia e Lituania la betulla e' ''l’albero di maggio'', simbolo del rinnovarsi della natura.

Documenti allegati alla pagina