Progetto di Citizen Science Biodiversità Brescia (GERT)

Progetto di Citizen Science Biodiversità Brescia (GERT)

​​​​Citizen Science e biodiversità: il progetto GERT


Grazie alla Citizen Science (scienza dei cittadini) i cittadini diventano parte ATTIVA della comunità, collaborando con i ricercatori alla realizzazione di progetti scientifici. Se sei incuriosito da un albero, un fiore, un insetto o un qualsiasi animale, nonché da funghi e licheni, puoi scattare una foto e inviarla a un gruppo di esperti locali, che restituiranno informazioni sul soggetto ritratto.


Il progetto GERT a Brescia ha lo scopo di:

  • informare e informarsi sull’importanza della biodiversità del nostro territorio, sulla qualità di quest’ultima; sulla distribuzione delle specie vegetali e animali, sui loro nomi etc;
  • raccogliere dati in quantità ma anche di qualità elevata, che convergono periodicamente nel Network nazionale della Biodiversità  e che sono disponibili a chiunque;
  • stimolare e ad accrescere in ognuno di noi, un senso di appartenenza, sensibilizzando il pubblico, per valorizzare ogni gesto volto al miglioramento del pianeta e della collettività.


N.b.: Le foto scattate fuori dalla provincia di Brescia possono essere ugualmente inviate nella campagna di riferimento del Comune di Brescia: “Biodiversità Brescia (GERT)”; basta che siano dotate delle coordinate esatte.

Le foto DEVONO essere georeferenziate per essere utilizzabili a scopi scientifici.


Come funziona?

Scatta una foto dotata di coordinate (geolocalizzata), rappresentante il soggetto di interesse (animale, vegetale, etc.). Dovrai caricare la foto sul sito o sulla app, sotto il nome del progetto scelto: Biodiversità Brescia (GERT). Una rete di esperti in grado di identificare le foto inviate (gratuitamente) ha il compito di validarle; inserendo il nome corretto della specie fotografata. Al diretto interessato arriverà al più presto una e-mail con le informazioni richieste.

Che foto inviare?

Le foto da inviare NON devono ritrarre: piante o fiori coltivati/in vasi/ornamentali; animali domestici o d’allevamento, poiché non rappresentano la biodiversità del territorio.

NON devono inoltre essere presenti i volti delle persone: poiché sia i dati, che le foto, sono pubblicamente consultabili.

E’ essenziale inviare UN SOLO SCATTO raffigurante lo stesso soggetto, poiché ad ogni foto corrisponde un dato di presenza e il ripetersi di foto creerebbe una ridondanza di dati; quindi un errore nel nostro database.

Suggerimenti per lo scatto “perfetto”:

Considerate le difficoltà che sono emerse durante la validazione delle fotografie inviate, troverete utili questi piccoli accorgimenti, per scattare una foto in grado di essere validata con la maggior precisione possibile.

Soggetto animale (in particolare microfauna):

Inserire, nella voce “descrizione”, la misura indicativa del soggetto (es. 1-2 cm) oppure, se possibile, introdurre nello scatto un riferimento dimensionale (es: moneta, accendino, matita).

Soggetto pianta o fiore:

  • Inserire, nella voce “descrizione”, la misura indicativa del soggetto (es. 10-15 cm) oppure, se possibile, introdurre nello scatto un riferimento dimensionale (es: moneta, accendino, matita);
  • Prediligere foto integre della pianta contenente anche foglie ecc. (non solo dettaglio fiorale o tronco).

Soggetto fungo o lichene (in particolare fungo):

  • Inserire, nella voce “descrizione”, la misura indicativa del soggetto (es. 1-2 cm) oppure, se possibile, introdurre nello scatto un riferimento dimensionale (es: moneta, accendino, matita);
  • Se possibile, tagliare il fungo e comporre lo scatto evidenziando tutte le parti fungine (cappello, gambo, valvola) sia sopra che sotto.

Accanto alla fotografia caricata è possibile osservarne lo stato:

1) Una foto viene siglata come “VALIDATA” quando:

  • I validatori hanno identificato il soggetto fotografato.

N.b.: quando i validatori non sono in grado di arrivare ad identificare il soggetto con l’accuratezza del genere o della specie, al nome della famiglia vengono aggiunte le sigle: “gen.” e “sp.”; o solo “sp.” se non viene riconosciuta solo la specie.

Esempio, Emydidae Trachemys scripta validate come: Emydidae gen. sp.; oppure Emydidae Trachemys sp..

2) Una foto viene siglata come “IN ATTESA” quando:

  • I validatori non hanno ancora visionato l’immagine.
  • I validatori attuali, non sono in grado di identificare il soggetto, ma sono alla ricerca di qualcuno che abbia le competenze e la disponibilità per identificarlo.

​3) Una foto viene siglata come “ERRATA” quando:

  • Dalla semplice foto il validatore non è in grado di stabilire con rigore il nome del soggetto raffigurato.
  • La foto risulta eccessivamente sgranata/distante/vicina/chiara/scura etc..
  • La foto non è stata caricata con successo e quindi non appare sul sito.
  • La foto riporta soggetti “errati” (descritti nel paragrafo superiore).
  • La foto riporta lo stesso soggetto in più foto.
  • Le foto sono prive di georeferenziazione.

Questi accorgimenti servono a garantire la qualità della validazione garantendovi un’esperienza utile e gradevole.


Per qualsiasi ulteriore informazione contattare il Museo Civico di Scienze Naturali di Brescia, sez. di botanica​:

Tel.: 030 2978666.

E-mail: botanica@comune.brescia.it .