Illuminazione pubblica sempre più a Led

Illuminazione pubblica sempre più a Led

La trasformazione a Led dell’illuminazione pubblica cittadina è arrivata al 20% del totale. Ultimamente è stato completato il Villaggio Violino e, a oggi, i lavori sono al 98% nel Villaggio Badia (al netto di via Vallecamonica e della zona artigianale), al 74% nel quartiere Caionvico, al 75% nel quartiere Chiusure, al 75% nel quartiere Urago, al 47% nel quartiere Borgo Trento, al 67% nel quartiere Sant’Eufemia, al 54% nel quartiere Buffalora, al 52% nel quartiere San Polo Case e al 15% nel quartiere San Rocchino.

Il progetto, realizzato da A2A in collaborazione con il Comune, sarà ultimato entro il 2016 con la sostituzione di circa 43mila lampade stradali e pedonali. L’intervento, a parità di resa luminosa, consentirà un risparmio nei consumi pari a circa il 40%. Grazie alla nuova illuminazione, infatti, il consumo annuo per lampada verrà quasi dimezzato.

La scelta dei Led assicura un miglioramento in termini di efficienza e sicurezza. I nuovi corpi illuminanti, infatti, garantiscono la stessa prestazione rispetto alle tradizionali lampade finora utilizzate, ma con un migliore orientamento del fascio luminoso, oltre a un ciclo di vita molto più lungo che, in termini di qualità del servizio e sicurezza, vuol dire meno luci guaste e spente lungo le vie della città.

Risparmio energetico significa rispetto per l’ambiente. Il 40% di energia elettrica in meno comporta infatti il risparmio di oltre 1.300 Tep l’anno (tonnellate equivalenti di petrolio), pari al consumo annuo di circa 1.500 automobili. Un altro vantaggio è costituito dalla mancata emissione in atmosfera di 2.700 tonnellate di CO2. Le nuove sorgenti luminose hanno una durata cinque volte superiore rispetto alle lampade tradizionali. Ciò significa una diminuzione delle attività di sostituzione dei corpi illuminanti (-10 mila/anno) e una minore incidenza delle lampade bruciate (- 2.500/anno): si eviterà così la produzione di oltre 1,5 tonnellate di Raee (rifiuti elettrici ed elettronici) ogni anno.

La maggiore efficacia dell’illuminazione a Led avrà anche l’effetto di diminuire l’inquinamento luminoso, grazie alla concentrazione della luce verso i marciapiedi e le strade e l’assenza di emissione di intensità luminosa verso l’alto.

Una particolare attenzione sarà dedicata al centro storico e in particolare alla valorizzazione dei numerosi edifici storici e monumentali per i quali è prevista una specifica illuminazione artistica.

L’app “ILLUMINIamo,” offre un’informazione sempre aggiornata sull’avanzamento del progetto mediante un contatore che consente di conoscere il numero e la percentuale di lampade già sostituite. Con “ILLUMINIamo”, i cittadini hanno anche la possibilità di segnalare direttamente ad A2A la presenza di lampioni spenti o di vie non illuminate. Per scaricare l’applicazione è sufficiente cercare sull’application store o catturare il QR Code con il lettore del proprio dispositivo mobile.