Volontariato all'estero

Volontariato all'estero

Brescia, per la prima volta, è polo formativo per il nord Italia dell'edizione 2015 del Servizio Civile "Caschi Bianchi: interventi umanitari in aree di crisi". Quarantotto ragazzi, undici dei quali bresciani, sono impegnati in una settimana di preparazione tenuta dalle quattro Ong bresciane Mmi (medicus Mundi Italia), Scaip (Servizio Collaborazione assistenza Internazionale Piamartino), Svi (Servizio Volontario Internazionale) e Fontov (Fondazione Tovini) e coordinata dalla Focsiv (Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario).

I caschi bianchi si metteranno a disposizione per dodici mesi a partire da quest'autunno in aiuto di alcuni tra i paesi più problematici tra cui Mozambico, Uganda, Burkina Faso, Brasile, Cile, Colombia, Venezuela e Romania. Negli anni i Caschi bianchi sono diventati strumento imprescindibile per le ong che operano per lo sviluppo delle società più svantaggiate. Rappresentano il primo passo per sciegliere di lavorare in modo professionale per la cooperazione internazionale. Partner dell'iniziativa è il Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia;

Venerdì 11 settembre alle 9.30 i Caschi bianchi sono stati ricevuti dal Sindaco Emilio Del Bono nel Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia. Successivamente hanno portato un omaggio al memoriale dei caduti della strage di Piazza Loggia, posando un casco bianco sotto la stele. Il tutto si è concluso con un originale saluto alla città: il lancio dei caschetti bianchi in aria.

Documenti allegati alla pagina