"Viva Vittoria"

"Viva Vittoria"

Cinque donne lanciano un invito a tutta la collettività: rivestire Piazza Vittoria a Brescia con un'opera di maglia che testimoni la possibilità di un cambiamento.
L'idea nasce da una fotografia. Cristina Begni coinvolge Patrizia Fratus. Subito si uniscono Silvia Lumini, Simona Romele ed infine Cristina Ghidini.
Le loro vite si sono intrecciate per dare una testimonianza. Il 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne,  vogliono lasciare un segno: ricoprire piazza Vittoria, a Brescia, con un'enorme opera di maglia coinvolgendo tutta la collettività bresciana e italiana.
Viva Vittoria, questo il nome del progetto, è un'iniziativa insieme semplice e complessa.
La parte estetica del progetto prevede l'esecuzione di almeno 15.000 moduli di maglia (lana, cotone o altri filati) lavorati ai ferri o all'uncinetto. Ogni persona, che desidera partecipare come co-autrice al progetto, potrà realizzare il proprio modulo, nelle dimensioni 50x50cm, e aggiungere la firma in qualsiasi forma o modo. I moduli saranno cuciti con un filo rosso, espressione dell'arte come possibilità di relazione, a formare piccole opere da 100x100 che, affiancate le une alle altre, ricopriranno tutta piazza Vittoria, a Brescia.

L'installazione resterà sulla piazza nei giorni antecedenti e fino al 25 novembre quando le singole opere saranno vendute tramite una galleria d'arte. L'intero ricavato sarà devoluto alla Dimora, una casa di accoglienza per mamme e bambini, affinché le donne ospiti possano avviare un percorso di autosufficienza.

Per info:
vivavittoria.it
facebook/Viva Vittoria
info@vivavittoria.it

Documenti allegati alla pagina