Polizia locale e centro storico

Polizia locale e centro storico

Resta costante l'impegno della Polizia Locale di Brescia nel presidiare il centro storico cittadino.
L'attività è svolta principalmente dal distaccamento Centro Storico di via San Faustino del quale fanno parte un ufficiale responsabile, quattro ufficiali capisquadra e 32 agenti addetti alla viabilità suddivisi in altre quattro squadre.
In particolare, da gennaio a maggio 2015 sono state controllate le strade con lo scopo di verificare eventuali violazioni del codice della strada. Particolare attenzione alle soste intralcianti e abusive e al mancato rispetto della limitazione al transito dei veicoli a motore a due ruote in corso Zanardelli e in via Cardinal Querini.
Sono state presidiate inoltre le aree pedonali di recente istituzione, in particolare l'area di piazza del Foro e via dei Musei e la zona di via Moretto (ex tribunale).
Al 31 maggio le sanzioni per i transiti in Ztl sono state 14mila mentre le altre infrazioni, comprese le soste abusive, hanno raggiunto quota 6.480.
In merito ai cantieri stradali, sia per quanto riguarda la sicurezza (segnalazione del cantiere, dispositivi luminosi, eccetera) sia per quanto attiene al decoro (scritte e manifesti offensivi), sono stati complessivamente controllati 67 luoghi che anche in passato avevano subito imbrattamenti. Da segnalare anche l'impegnativa attività di contrasto del degrado che ha portato a 84 segnalazioni per il ripristino della segnaletica e per il riordino dell'arredo urbano.
La Polizia Locale ha programmato anche controlli all'interno delle aree verdi e dei parchi pubblici situati nel centro storico.
Gli agenti sono intervenuti nel parco Falcone in via dei Mille, dove è stata segnalata la presenza di spacciatori.
Nel corso di un'operazione effettuata la primavera scorsa è stato arrestato un uomo con precedenti penali per traffico di droga che era in possesso di 100 grammi circa di sostanze stupefacenti e di un'ingente somma ingente di denaro in contanti.

Inoltre il Castello è stato oggetto di frequenti controlli per consentire ai cittadini di poter frequentare serenamente le aree verdi.

Una particolare attenzione è stata riservata al conferimento dei rifiuti e alla raccolta differenziata. Diverse pattuglie in divisa e in borghese hanno sanzionato cittadini e commercianti che buttavano la spazzatura senza rispettare i regolamenti in materia di rifiuti e di polizia urbana. 

Sono state analizzate le modalità di conferimento dei rifiuti da parte dei commercianti (specialmente gli esercizi di ortofrutta e gli alimentari) del quartiere del Carmine ed è stata controllata la raccolta dei cartoni di imballaggio provenienti dalle attività commerciali del centro storico.

Fino al 31 maggio le sanzioni riguardanti i conferimenti non in linea con le normative sugli smaltimenti sono state 54.
È proseguito il controllo dei negozi sfitti, avviato già nel 2014 con ottimi risultati. Grazie alla collaborazione dei proprietari, alcuni locali dismessi sono stati riportati a una condizione estetica accettabile.
Nei giorni a ridosso della Mille Miglia la Polizia Locale è intervenuta per controllare alcuni negozi dell'area di via San Faustino e delle strade limitrofe ed è stato portato a termine un accurato censimento sulle attività commerciali della zona, talvolta anche con l'aiuto di tecnici dell'Asl e degli uffici tecnici del Comune.
I controlli sui negozi ammontano in totale a 489 mentre le sanzioni sono state 109. Alcune di queste hanno portato a provvedimenti amministrativi di chiusura e limitazione delle autorizzazioni, eseguiti in collaborazione con la sezione amministrativa della Questura.
Allo stesso modo sono stati tenuti sotto controllo alcuni luoghi della zona di via delle Battaglie e della Torre della Pallata, dove sono stati programmati frequenti pattugliamenti che hanno permesso di identificare alcune persone sospettate di essere collegate ad attività illecite.
In questa zona sono state avviate 18 indagini di polizia giudiziaria che hanno portato all'arresto di 9 persone che, a vario titolo, avevano compiuto reati tra i quali lo spaccio di sostanze stupefacenti.
La Polizia Locale si è impegnata anche nell'attività di controllo del fenomeno dell'accattonaggio, della questua e dei bivacchi attraverso la repressione e il sanzionamento dei comportamenti illeciti che infrangono le norme del regolamento di Polizia Urbana. Sono stati elevati complessivamente 108 verbali. Le persone disagiate sono state inviate presso le strutture di accoglienza (Progetto Emergenza Freddo, dormitori, settore servizi sociali).
Il servizio a piedi, tradizionalmente affidato alla Polizia Locale soprattutto nei pressi delle tre piazze del centro (piazza Paolo VI, piazza della Loggia e piazza Vittoria) e delle vie limitrofe, si è svolto quotidianamente grazie ai pattugliamenti di due agenti che hanno seguito determinati itinerari, e in forma individuale da parte di un solo agente a presidio delle tre piazze. In quest'ultimo caso l'agente è tenuto a operare come sorvegliante e interlocutore dei cittadini al fine di acquisire indicazioni e informazioni in merito alla miglior gestione possibile dei problemi del territorio.
Le numerose e importanti manifestazioni che hanno interessato la città (la Fiera di San Faustino, la Maratona di Brescia, la Mille Miglia, la corsa Corri X Brescia, i concerti e gli altri eventi) sono state sempre efficacemente supportate dagli agenti del distaccamento Centro Storico.
Sono stati effettuati, inoltre, numerosi presidi di controllo soprattutto nelle piazze del centro, frequentate da gruppi di giovani che assumono comportamenti da bulli, abusano dei luoghi pubblici utilizzando skateboard, imbrattando i muri con scritte e bivaccando liberamente per strada. Tale situazione è sfociata nel grave episodio della rissa dello scorso giugno in piazza Vittoria. Per fronteggiare il fenomeno sono stati organizzati controlli congiunti con altri corpi di polizia.

La Polizia Locale ha realizzato 7 controlli specifici nella zona del quartiere del Carmine, effettuati con l'ausilio del nucleo di polizia giudiziaria, del nucleo di polizia commerciale, dell'unità cinofila e del nucleo operativo territoriale. L'obiettivo era prevenire e reprimere le violazioni di tipo amministrativo e commerciale, lo spaccio di stupefacenti e altri reati, e verificare la regolarità delle persone controllate riguardo alla loro effettiva possibilità di rimanere legalmente sul territorio nazionale.

Inoltre sono stati istruiti ed espletati 278 esposti riguardanti la zona del centro storico e a tutti è stata fornita una risposta nei termini previsti (60 giorni).

È stata messa in atto anche l'attività di recupero dei velocipedi che richiede un attento e costante monitoraggio visto che tali veicoli possono essere recuperati soltanto se risultano abbandonati nello stesso luogo per almeno 60 giorni. Complessivamente sono stati recuperati 35 veicoli di cui 14 frutto di furti.

Importante è stata anche l'attività di notifica di atti e di esecuzione di verifiche su richiesta della Questura di Brescia, eseguita dal personale del front office del distaccamento Centro Storico.

Dall'inizio dell'anno il personale della Polizia Locale ha seguito, controllato e garantito la sicurezza in oltre 240 eventi, manifestazioni e moltissime altre occasioni.
Ogni fine settimana due pattuglie, di cui una del turno serale e una del turno notturno, presidiano la zona del Carmine in occasione degli eventi collegati alla "movida" assicurando, talvolta anche con qualche difficoltà, che le condizioni generali del quartiere siano in linea con le normative ed eseguendo controlli sulla viabilità automobilistica.