Polizia locale, interrotta una gara automobilistica abusiva

Polizia locale, interrotta una gara automobilistica abusiva
 

La Polizia Locale di Brescia ha interrotto una gara automobilistica illegale che si è svolta lo scorso 3 luglio, intorno alle 22.30, nella zona del quartiere Chiesanuova. Per due 25enni residenti in provincia è scattata la denuncia a piede libero per aver gareggiato abusivamente su un tratto di strada pubblica e per aver messo in grave pericolo l'incolumità degli altri automobilisti. Oltre al sequestro delle due automobili è stato disposto il ritiro della patente di guida che sarà sospesa da un minimo di uno a un massimo di tre anni.
A quell’ora della sera via Roma, via Orzinuovi e la tangenziale ovest erano congestionate per il traffico intenso che rallentava la viabilità.
I due protagonisti, a bordo di una Volkswagen Polo e di una Renault Clio, si sono allineati in corrispondenza della linea di arresto di via Roma, premendo ripetutamente l’acceleratore in modo da tenere il motore su di giri per bruciare l’avversario in partenza.
Quando il semaforo è diventato verde, i conducenti delle due vetture sono partiti ad alta velocità. Il guidatore a bordo della Volkswagen Polo, per superare e distanziare il concorrente, ha perso il controllo del veicolo sbandando con la parte posteriore e si è quasi scontrato con un’altra vettura che proveniva da via Roma e si dirigeva in via Orzinuovi. La scena è stata notata da una pattuglia della Polizia Locale che passava in zona in quel momento. Gli agenti hanno deciso immediatamente di inseguire i due automobilisti.
Nello stesso frangente il ragazzo alla guida della Renault Clio, per non perdere “il contatto” con la Volkswagen, ha accelerato compiendo diversi sorpassi in via Orzinuovi, nel tratto compreso fra via Roma e lo svincolo per la tangenziale ovest in direzione nord. A causa di tali manovre azzardate diverse vetture che transitavano in quella via hanno dovuto effettuare brusche frenate e cambi improvvisi di corsia per non andare a sbattere contro la Renault Clio.
L’autista della Volkswagen Polo, giunto in corrispondenza dell’intersezione con lo svincolo della tangenziale ovest in direzione nord, nel tentativo di distanziare maggiormente il suo avversario, ha aumentato ancora di più la velocità, ha perso il controllo della vettura e ha sbandato con il retrotreno sfiorando due veicoli che procedevano nello stesso senso di marcia e che, per evitare la collisione, hanno frenato bruscamente deviando la propria traiettoria.
Gli agenti della Polizia Locale hanno acceso i lampeggianti ma, in un primo momento, non sono riusciti ad avvicinarsi in sicurezza ai due 25enni senza mettere a repentaglio l’incolumità dei numerosi automobilisti che percorrevano le strade del quartiere.
Alla fine, grazie alla determinazione degli uomini del Comando, i due giovani sono stati fermati molto distanti dal luogo in cui ha avuto inizio la gara.
“Vorrei ricordare l’importanza dei comportamenti virtuosi quando si è alla guida delle proprie automobili”, afferma Valter Muchetti, assessore alle Politiche per una città sicura, “spesso le infrazioni possono danneggiare anche chi incolpevolmente transita nei pressi di automobilisti che non rispettano il codice della strada. Questo episodio denota come, purtroppo, alcuni guidatori scambino la strada per una pista da gara e conferma il ruolo fondamentale della Polizia Locale che, con grande efficacia e professionalità, presidia il territorio con indiscusse capacità di programmazione e di intervento”.

Documenti allegati alla pagina