Osservatorio Ori Martin

Osservatorio Ori Martin

È stato presentato venerdì 24 aprile, nella sala dei Giudici di palazzo Loggia, il primo rapporto dell’osservatorio Ori Martin, frutto di un lavoro di confronto e condivisione fra i vari rappresentanti del Comune di Brescia, dell’azienda e delle rappresentanze sindacali e sociali.

L’osservatorio, nato l’11 gennaio 2013, non ha compiti istituzionali di controllo, ma agisce come organo consultivo per riferire al Sindaco ed alla cittadinanza in merito allo stato dell’ambiente e delle azioni di mitigazione intraprese a tutela della salute dei cittadini del territorio. I membri dell’osservatorio operano gratuitamente e non percepiscono alcun compenso.

Il primo rapporto Ori Martin è ispirato alle esperienze dell’osservatorio sul funzionamento del Termoutilizzatore e di quello dell’osservatorio Alfa Acciai di San Polo e riporta indicazioni sul funzionamento dello stabilimento, sulle autorizzazioni ambientali, e su alcuni monitoraggi previsti per la valutazione dell’impatto ambientale. Si tratta di una prima fase, verso un’informazione sempre più accessibile e approfondita del processo produttivo dello stabilimento. Essendo gli argomenti trattati piuttosto complessi, è stato impiegato un linguaggio semplice, che si avvale di tabelle, schemi e fotografie per facilitare la comprensione degli argomenti trattati anche ai non addetti ai lavori.

La ricerca di un linguaggio semplice e di una necessaria schematizzazione dei dati, potrebbe non soddisfare i lettori più esigenti, in quel caso s’invita a consultare, tramite il sito del Comune di Brescia, le informazioni più dettagliate e puntuali.

(http://www.comune.brescia.it/Ambiente/Osservatori/Osservatorio-ORI-Martin).

In allegato, il testo del primo rapporto dell’osservatorio.