Torna "Mille chitarre in piazza"

Torna "Mille chitarre in piazza"

Torna "Mille Chitarre In Piazza", il primo raduno di chitarristi, giunto alla terza edizione. L'evento, promosso dall'associazione Diffusione Arte, in collaborazione con l'associazione Palcogiovani, insieme a Lorenzo Bicci, Marco Mor e Marco Pezzotta, si terrà il 12 aprile, dalle 14.30 alle 17.30, in piazza della Vittoria. 

L'obiettivo è suonare tutti insieme con la chitarra alcuni brani famosi che hanno fatto la storia del cantautorato nazionale e internazionale. A partire dalle 12 sarà allestito, a cura di Diffusione Arte, un gazebo attrezzato dove sarà possibile reperire informazioni, effettuare le iscrizioni e ricevere i testi dei brani che saranno suonati. Il programma di quest'anno prevede, dalle 14.30 alle 15.30,  "Aspettando Mille Chitarre" con le attività di accoglienza ai partecipanti e di registrazione dei chitarristi e, a seguire, le prove generali e la continuazione della registrazione dei partecipanti.

Successivamente, dalle 16.30 alle 17.30, si svolgerà il concerto "Mille Chitarre In Piazza".

Le canzoni scelte sono "Imagine" (John Lennon), "Come mai" (Max Pezzali, 883), "C'era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones" (Mauro Lusini, Gianni Morandi), "Vita spericolata" (Vasco Rossi e Tullio Ferro), "Il coro dei pompieri"  (tratto dal film "Altrimenti ci arrabbiamo" con Bud Spencer e Terence Hill), "Il ragazzo della via Gluck" (testo di Luciano Beretta e Miki Del Prete, musica di Adriano Celentano).

Prima del gran finale sarà eseguita la canzone "Mille chitarre, una sola serenata" (Isaia Mori), diventata l'inno delle mille chitarre in piazza, e l'intramontabile "La canzone del sole" (Lucio Battisti, Mogol). Dall'arengario situato in piazza della Vittoria i chitarristi Antonio D'Alessandro e Isaia Mori, con un'idonea amplificazione, coordineranno tutti i partecipanti.

Un evento particolare nel suo genere sia a livello nazionale che in Europa: si tratta dell'unico concerto dove tutti sono protagonisti e contribuiscono alla riuscita dell'iniziativa grazie al proprio apporto.

Nel "Mille Chitarre In Piazza" oltre mille persone suonano chitarre prive d'amplificazione, "dirette" da due musicisti, impegnati a dare il via e a dettare inizialmente il ritmo di ciascuna canzone per poi lasciare alla piazza la gioia di suonare insieme e in libertà.