Riqualificazione del "Pampuri"

Riqualificazione del "Pampuri"

Il cantiere per la riqualificazione del centro di aggregazione San Riccardo Pampuri, che rappresenta una prima fase dell’intervento complessivo, a carico del Comune, fa parte di un accordo dell’amministrazione con la Parrocchia di San Polo “Conversione San Paolo”, ratificato dalla delibera di giunta numero 112 del 17 marzo 2015. L’accordo, gestito dal settore urbanistica (servizio Piani di Zona), prevede “l’assegnazione in diritto di superficie di area in Piano di Zona A/21 Sanpolino – comparto 24 - alla Parrocchia “Conversione di San Paolo” per la realizzazione di servizi per il culto, attività formativo-culturali e ricreative e l’aggiornamento degli impegni, dei criteri e delle modalità attuative dell’intervento e di gestione della struttura.”

La prima fase dell’intervento di riqualificazione comprende la messa in sicurezza dell’immobile esistente (oggetto del cantiere già avviato) sulla base del progetto esecutivo approvato con deliberazione della giunta comunale numero 796 del 24 dicembre 2014. I lavori dovranno concludersi il 30 settembre 2015.

Il completamento dell’intervento di riqualificazione della struttura esistente da parte della Parrocchia “Conversione di S. Paolo” dovrà essere realizzato entro il 30 settembre 2016 attraverso l’esecuzione di opere per un importo presunto massimo di 140mila euro (Iva ed ogni onere incluso) in base al progetto esecutivo che sarà a cura del Comune e sarà approvato entro il 30 settembre 2015.

Il Comune formalizzerà la concessione in diritto di superficie dell’area alla Parrocchia per un periodo di 90 anni, dopo la conclusione dell’intervento di riqualificazione e di messa in sicurezza della struttura, da realizzarsi in due fasi e comunque non prima del 31 dicembre 2016.

Il corrispettivo di concessione viene confermato per un totale di 93.775,20 euro, da pagarsi in 15 rate annuali di 6.251,68 euro a partire dal compimento del 2° anno dalla data di stipula del contratto di cessione in diritto di superficie e per tutti gli anni successivi fino al 2033. Inoltre la Parrocchia, a titolo di controprestazioni per gli impegni assunti dal Comune, garantirà l’istituzione  di doposcuola da organizzare nella struttura per un periodo di 10 anni, per tre ore giornaliere, per tre giorni alla settimana, per otto mesi all’anno a decorrere dall’anno scolastico 2016/2017. Inoltre la Parrocchia assicurerà il taglio dell’erba del giardino pubblico “Peppino Impastato” per una superficie complessiva di 26mila metri quadrati per un periodo di 10 anni. L’accordo prevede anche un eventuale futuro ampliamento della struttura per un importo presunto massimo di 220mila euro (Iva e ogni onere escluso), se si renderanno disponibili i proventi da oneri di urbanizzazione a tal fine destinati dal Comune. Nel caso, il progetto esecutivo eseguito dal Comune, da approvare entro il 31 dicembre 2016, dovrà concludersi entro il 31 dicembre 2017.