Ex caserma Gnutti

Ex caserma Gnutti
 

​​E' stato presentato il piano attuativo per il recupero della ex caserma Serafino Gnutti, situata tra via Crispi e via Moretto di fronte alla Pinacoteca Tosio Martinengo, finalizzato a perseguire gli obiettivi fissati dal vigente PGT in merito a recupero e ridefinizione delle funzioni dei grandi edifici unitari dismessi, favorendo il ritorno della residenza e promuovendo destinazioni diversificate.

Il complesso della ex caserma, bene tutelato, occupa un'area di circa 4.400 metri quadrati ed è costituita da un ex convento religioso, successivamente adibito a caserma, e dalle sue pertinenze.

L'immobile, in gravi condizioni di abbandono da più di un decennio, nel 2010 è stato venduto dall'Agenzia del Demanio e acquistato dalla società Nibofin Srl.

Il piano attuativo presentato costituisce una variante al Pgt in quanto prevede una ristrutturazione al posto del risanamento conservativo, secondo modalità di intervento autorizzate dalla Soprintendenza, e la modifica del regime delle aree con la previsione dell'asservimento all'uso pubblico, in luogo della cessione prevista dal PGT, della ex chiesa di San Bartolomeo e dell'ingresso al monastero.​