Cosa significa Dante per me

Cosa significa Dante per me
 

​​​​Nella notte tra il 13 e il 14 settembre 2021, a 700 esatti dalla morte di Dante Alighieri, Siccomedante si concluderà con un'iniziativa pubblica che parte da lontano. Nel 1950 il poeta T.S.Eliot, grande ammiratore di Dante, scrive un saggio che intitola Cosa significa Dante per me: lo stesso titolo è stato mantenuto per un video di 30 minuti, prodotto da Siccomedante, che sarà proiettato nel Cortile del Broletto.

Decine di persone hanno inviato il proprio contributo: la vicesindaco Laura Castelletti, l'ex sindaco Paolo Corsini, l'illustre matematico Alfio Quarteroni, il dantista Gianfranco Bondioni, il critico cinematografico Massimo Morelli, bibliotecari e bibliotecarie come Renato Renna e Cristiana Negroni, il direttore della Biblioteca Queriniana Ennio Ferraglio, l'attrice Paola Bigatto e l'attore Antonio Panice, la discendente di Dante Massimilia Serego Alighieri, gli scrittori Lucio Dall'Angelo, Heiko HJ Caimi, Paolo Aresi e la scrittrice Annalisa Strada, il presidente della Classe di Lettere dell'Ateneo di Scienze Lettere e Arti di Brescia Pierfabio Panazza.

 

L'ingresso all'iniziativa è gratuito con obbligo di green-pass.

Proiezione di Cosa significa Dante per me

13 settembre, ore 21 nel cortile del Broletto (auditorium San Barnaba in caso di pioggia).

 

Il 14 settembre verrà pubblicato il podcast del XXXIII canto del Paradiso, ultimo del ciclo di SicComeDante.

 

Un'anteprima del video Cosa significa Dante per me sarà presentata al

7 ° FORUM FEDIC SU IL FUTURO DEL CORTO D'AUTORE

78a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia

Spazio Incontri Venice Production Bridge - Hotel Excelsior, 3° piano-Lido di Venezia

Giovedì 9 settembre 2021 alle 14.

 

La Fedic, la storica e prestigiosa Federazione italiana dei cineclub, valorizza i video anche di chi invita scuole e studenti all'uso del cinema. Siccomedante ha fatto, da questo punto di vista, la sua parte: tra le diverse scuole si è distinto il liceo Calini di Brescia e, in particolare, la studentessa Alice Bonati che, accompagnata dalla sua insegnante Francesca Lonati, sarà presente a Venezia insieme a Francesco Zambelli, presidente dell'associazione culturale InPrimis che gestisce SicComeDante e a Laura Forcella Iascone che ne è la responsabile culturale.​